Vicenza

Vicenza: emergenze abitative

Casa, doppia operazione per liberare posti letto per le emergenze abitative a Vicenza.

Sindaco Possamai e assessore Tosetto:

“Chiediamo ai proprietari di affittare ai nostri ospiti che hanno lavoro e reddito sicuri. Anche il Comune fa la sua parte con risorse per nuovi alloggi”

Ci sono senza fissa dimora che accetterebbero di essere inseriti nelle strutture di accoglienza e una settantina di famiglie a rischio sfratto che a breve potrebbero aver bisogno di una sistemazione d’emergenza.

Ma l’albergo cittadino di San Marco, la struttura di via Giordano e i co-housing comunali sono saturi.

E anche se il 28% dei 194 attuali ospiti lavora, ha un reddito dignitoso e vorrebbe andare a vivere altrove, non riesce a trovare una stanza o una casa in affitto per liberare i preziosi posti letto comunali.

Punta a spezzare questo circolo vizioso l’operazione su due fronti lanciata stamane dal sindaco Giacomo Possamai e dall’assessore alle politiche sociale Matteo Tosetto.

“Invitiamo i cittadini che hanno case disponibili –

ha detto il sindaco Possamai – a farsi avanti per affittarle a queste persone che hanno il desiderio e la possibilità economica di far fronte a una locazione.

È un’operazione che sosteniamo con forza, attivandoci per raccogliere le disponibilità dei proprietari e trasferirle, attraverso gli assistenti sociali, agli ospiti in grado di rendersi autonomi.

Ciò ci consentirà di liberare posti letto per chi ne ha più bisogno, comprese le persone che nessun cittadino vuol più vedere dormire per strada”.

Contestualmente la giunta comunale ha dato il via libera a una seconda iniziativa:

“Pubblichiamo un avviso –

ha spiegato l’assessore Tosetto – riservato ai proprietari interessati a stipulare con il Comune contratti a canone concordato per l’affitto di appartamenti da destinare all’emergenza abitativa.

In questo caso il contratto viene stipulato direttamente con l’amministrazione comunale che, per questa iniziativa, stanzia 70 mila euro”.

L’obiettivo è di avere rapidamente a disposizione 4 alloggi di medie e grandi dimensioni da aggiungere ai 42 (di cui 26 pubblici e 16 affittati da privati) attualmente utilizzati per far fronte alle situazioni di emergenza abitativa, ad esempio per sfratto, in attesa che le persone possano accedere ad alloggi erp o trovino altre soluzioni.

Entrambi gli avvisi saranno pubblicizzati nei prossimi giorni sul sito del Comune e attraverso le organizzazioni degli inquilini e dei proprietari.

Fonte Comune di Vicenza

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio