Vicenza

Ostello Olimpico: alloggi temporanei per gli studenti universitari

La Fondazione Studi Universitari di Vicenza e la Cooperativa il Faggio che gestisce la struttura hanno sottoscritto oggi una convenzione che integra e rafforza le soluzioni di ospitalità per gli studenti – Ostello Olimpico: alloggi temporanei per gli studenti universitari

Si rafforza ulteriormente l’offerta di alloggi

per gli studenti del polo universitario a Vicenza: la Fondazione Studi Universitari di Vicenza e la Cooperativa Il Faggio, che gestisce l’Ostello Olimpico, hanno sottoscritto nella giornata di oggi una convenzione che ha l’obiettivo di ampliare l’offerta residenziale proposta dall’ostello di Vicenza estendendola anche a quella popolazione universitaria che necessita di ospitalità diversa da un affitto di tipo tradizionale, rispondendo in particolare alle esigenze di alloggi temporanei.Ostello Olimpico

È il caso ad esempio di studenti fuori sede appena arrivati in città, in attesa di trovare un appartamento, oppure di quanti necessitano di ospitalità solo durante il periodo degli esami, o ancora per altre necessità temporanee legate allo svolgimento dei corsi (come ad esempio esercitazioni di laboratorio o altre attività che implicano la presenza).

Complessivamente, l’Ostello Olimpico dispone di 83 posti letto, suddivisi in due camere doppie, una tripla, due sestuple e sedici quadruple, ed è stato oggetto lo scorso anno di una completa ristrutturazione della hall al primo piano e dei bagni ai piani primo e secondo.

Presso la hall è presente anche un punto di ristoro dotato di forno microonde, piatti e stoviglie. Ciascuna delle camere ha un bagno privato con doccia e sono presenti anche due camere con servizi privati.

La convenzione sottoscritta prevede

l’applicazione di condizioni economiche agevolate per gli studenti iscritti ai corsi di laurea con sede a Vicenza, con un costo di 31,65 euro al giorno per una camera privata con bagno esterno, comprese tassa di soggiorno e colazione, e 21,65 euro per un posto letto in camera quadrupla (anche in questo caso comprese tassa di soggiorno e colazione); inoltre il costo scende rispettivamente a 29,65 euro e a 19,65 euro nel caso in cui la permanenza abbia la durata di almeno un mese.

«Sicuramente la crescita della presenza universitaria a Vicenza ha creato una forte domanda di alloggi per gli studenti – commenta Adamo Dalla Fontana, Presidente della Fondazione Studi Universitari di Vicenza -, ma il tema sta trovando risposta grazie all’impegno coordinato da parte di Fondazione, Amministrazione Comunale e altri soggetti pubblici e privati.

Così, dopo l’inaugurazione della residenza San Raffaele dell’ESU di Padova con 62 posti letto, l’accordo che abbiamo stipulato come Fondazione con Confedilizia e FIAIP per promuovere le locazioni agli studenti, per le quali tra l’altro il Comune di Vicenza ha previsto specifiche agevolazioni, oggi aggiungiamo a questa offerta un ulteriore tassello, perfettamente complementare, dando risposta a quanti necessitano di una sistemazione temporanea.

Lo facciamo proponendo agli studenti una struttura vicina alle sedi di tutti i corsi di laurea, recentemente rinnovata e molto accogliente, a costi competitivi: anche questa è una bella dimostrazione della proverbiale concretezza ed efficienza che ci caratterizza come territorio e come sede universitaria».

Un accordo che per la Cooperativa Il Faggio rappresenta l’opportunità di valorizzare anche a Vicenza la propria tradizione ed esperienza:

«La Cooperativa – spiega Francesco Serafini,

General Manager dell’asset Turistico della società – nacque oltre 40 anni fa dedicandosi fin da subito e in modo particolare proprio all’accoglienza degli studenti universitari, attività che ancora oggi rappresenta il core business de Il Faggio, che nella città di Trento da sempre gestisce un’ampia offerta di posti letto e camere per gli studenti.

Poi negli anni Novanta e Duemila abbiamo differenziato le attività, crescendo anche nella gestione di strutture rivolte all’accoglienza turistica. Quando è emersa la possibilità di collaborare con la Fondazione per costruire a Vicenza un’offerta rivolta agli utenti del polo universitario non potevamo che aderire con favore, proprio per la sensibilità sul tema che storicamente ci caratterizza».

Fonte Ufficio Stampa Fondazione Studi Universitari di Vicenza

Giovanni Bregant – info@gbcomunicazione.com – cell. 340 4944548

Comunicato stampa n.7 – 26 aprile 2023

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio