Vicenza

Comune di Vicenza e Viacqua insieme per la città: nuovo Protocollo

Nasce il Protocollo di collaborazione tra Comune di Vicenza e Viacqua per ottimizzare operatività, risorse e relazioni con i cittadini

Anche in vista dei cantieri dell’alta velocità/alta capacità

È stato presentato oggi il Protocollo di collaborazione che Comune di Vicenza e Viacqua si apprestano a sottoscrivere per ottimizzare operatività, efficienza e relazioni con i cittadini.

Si tratta di un documento che formalizza una serie di buone pratiche, facendole diventare un vero metodo di lavoro.

L’assessore Spiller illustra i vantaggi del nuovo Protocollo d’intesa

«Da alcuni mesi – ha dichiarato l’assessore alle infrastrutture Cristiano Spiller – stiamo lavorando con Viacqua per ottimizzare la collaborazione allo scopo di razionalizzare gli interventi e migliorare la comunicazione con i cittadini, riducendo, di conseguenza, tempi, costi e disagi. Avere una programmazione a medio e lungo periodo aiuta sia il Comune sia Viacqua a pianificare al meglio investimenti economici e organizzazione delle risorse umane e a rendere più efficaci anche gli interventi urgenti generati dalle emergenze».

Il presidente di Viacqua Castaman spiega le ragioni del Protocollo

«La scelta di adottare uno strumento come il protocollo d’intesa con il Comune di Vicenza – ha aggiunto il presidente di Viacqua Giuseppe Castaman – nasce dalla considerazione di una serie di fattori. In primis la complessità del territorio del Comune capoluogo e delle sue esigenze. La necessità poi di procedere ad interventi urgenti per la risoluzione di alcune criticità che, in caso di eventi atmosferici eccezionali, interessano anche la rete fognaria e idrica. Non di minore importanza è l’avvio ormai prossimo del maxi cantiere dell’alta velocità/alta capacità ferroviaria che interferirà inevitabilmente con le reti dei sottoservizi, inclusi quelli acquedottistici e fognari, per i quali Viacqua ha già definito un accordo con Iricav/Rfi per la copertura di opere pari ad un valore di 90 milioni di euro».

Oltre agli interventi ai sottoservizi connessi alle opere dell’alta velocità/alta capacità ferroviaria, con il metodo della massima sinergia indicato dal protocollo di collaborazione saranno affrontati sia gli interventi significativi per l’intera cittadinanza, come i lavori agli impianti di depurazione di Casale e Sant’Agostino, sia i cantieri che riguarderanno specifiche zone, come quella dello Stadio.

Vicenza, 5 aprile 2024

Fonte: Comune di Vicenza – Ufficio Stampa

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio