ChiampoVeneto

Chiampo: nasce il “Cammino dei Grandi Santuari Mariani”

“Si tratta di una grande opportunità per il nostro territorio, perché inserisce Chiampo e la sua Pieve in un grande percorso spirituale interregionale, che collega grandi santuari del Veneto e Trentino Alto Adige”, dichiara il sindaco Filippo Negro. “Un percorso non solo spirituale ma anche turistico, che ora è a disposizione di quanti amano escursioni, camminate e enogastronomia”

“Il Cammino dei Grandi Santuari Mariani”

Grazie ad un accordo sottoscritto dal Comune di Chiampo e dal Bacino Imbrifero Montano Adige, nasce “Il Cammino dei Grandi Santuari Mariani”, un lungo percorso che tocca le province di Vicenza, Trento e Bolzano.

Il Comune di Chiampo, con la sua Pieve, è capofila del progetto e sull’iniziativa i B.I.M. di Vicenza, Verona, Trento e Bolzano hanno investito economicamente per la realizzazione del sito internet, della stampa e guida GPS, dell’applicazione, della segnaletica e della individuazione degli ostelli.

Il progetto è stato presentato stamane in Comune a Chiampo ed è stato realizzato negli scorsi mesi ha portato alla creazione di un cammino religioso e naturalistico in 15 tappe per un totale di circa 230 km e un dislivello di 9000 metri, nell’ottica di favorire un turismo slow, en plein air che sia sostenibile e che al contempo offra la possibilità di scoprire le bellezze architettoniche che i Santuari possono offrire.

Vicenza, Trento e Bolzano

Il cammino si sviluppa a cavallo del Veneto e del Trentino alto Adige, toccando le provincie di Vicenza, Trento e Bolzano, e sperimenta una nuova forma di gestione del territorio, rispondendo a motivazioni spirituali, culturali e naturalistiche e al contempo scoprendo la ricca offerta eno-gastronomica locale

Il Cammino dei Grandi Santuari Mariani unisce come un filo rosso i principali santuari dedicati al culto di Maria tra il Veneto e il Trentino Alto Adige.

Parte dal Santuario di Monte Berico a Vicenza, attraversa Montecchio e Arzignano, dirigendosi verso Chiampo con la sua Grotta di Lourdes. Il percorso prosegue attraverso le Piccole Dolomiti Cimbre, passando per Schio e il santuario di Santorso, fino al santuario della Madonna di Piné a Montagnaga.

Attraverso paesaggi mozzafiato e riserve naturali, raggiunge infine il santuario della Madonna di Pietralba nella Val d’Ega, meta finale ricca di storia e spiritualità.

A presentare il progetto Alberto Conte, direttore di Itineraria, che ha progettato il cammino.

Omar Trevisan

Presidente del BIM di Vicenza e sindaco di Altissimo: “Un’iniziativa partita molto tempo fa e finalmente realizzata. E’ un  orgoglio aver creato un percorso turistico imporrante che attraversa il nostro territorio e può valorizzarlo”

Presenti anche i sindaci della Valle e Sara Bonfanti, una delle poche donne ad aver percorso il Sentiero Italia del CAI (7 mila km) e la prima persona ad aver percorso il Cammino dei Santuari Mariani. “E’ stato un’esperienza sorprendente. Posti bellissimi ed inaspettati. Consiglio a tutti di percorrerlo e di gustarsi il paesaggio ma anche la bellezza unica dei santuari”.

Fonte Ufficio Segreteria del Sindaco e Cultura Comune di Chiampo

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio