Sport

Rugby Alto Vicentino: partita sofferta fin dai primi minuti

Domenica pomeriggio di grandissima soddisfazione per il nostro Rugby Alto Vicentino, chiamato a disputare una partita fondamentale per il seguito del campionato.

In casa, sotto il sole dello stadio Nelson Mandela, il cielo si tinge di arancione.

Stadio Nelson Mandela

Partita sofferta fin dai primi minuti, dove un Vicenza alquanto aggressivo e con un pacchetto di mischia importante cerca subito la meta, facendo scatenare la furia delle nostre pantere pronte a placcare e a scoraggiare gli avversari.

Al 22’ minuto il calcio piazzato di Giacomo Cicciù riscalda gli spalti e il RAV domina il primo tempo con molte occasioni andate perse.

Con l’adrenalina a mille arriviamo al 40’, coordinamento con il Coach e palla ovale stretta al petto.

Vogliamo vincere, prendiamo campo, le difficoltà in touche ed in mischia ci fanno penare, ma al 7′ del secondo tempo Cicciù segna ancora dalla piazzola per il 6-0.

La reazione del Vicenza non si fa attendere e da un’azione del 2° centro, staccatosi dalla mischia vicentina ben posizionata, arriva la meta non trasformata del 6-5.

Passano 3 minuti ed il RAV con una mischia sofferente, ma stabile, lancia prima Caretta e poi Munaretto per imbeccare Trento, che schiaccia la palla in mezzo ai pali per il 13-5.

Il Rugby Alto Vicentino

accelera, Ludovico Penzo sfiora la ghiotta occasione, ma si infortuna leggermente e deve lasciare il campo.

Il Vicenza si fa ancora più combattivo.   Con un calcio al 61′ e uno al 67′ ci pressa con il fiato al collo per il 13-11.

Il tifo si riscalda per incoraggiare i nostri ragazzi e, con due calci al 68′ e al 71′, Cicciù riporta il RAV a distanza di sicurezza.

Il pressing conclusivo comanda il “tutti in piedi” al pubblico, pronto a supportare e ad applaudire il risultato finale: Rugby Alto Vicentino 19 – Vicenza 11.

Partita dominata dalle difese, poche occasioni di meta e ottimi placcaggi da entrambe le parti. Il premio di MVP va ad Andrea De Tomasi, uomo ovunque della nostra formazione.

o lascia posto alle strette di mano, ai volti segnati dalla fatica e ai cuori uniti per una stessa unica grande passione.

Bravi ragazzi e forza RAV!!!

Fonte Nicola Menegaldo

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio