Sport

Il Veloce Club Vicenza (VCV) compie oggi 120 anni

Il Veloce Club Vicenza (VCV) compie oggi 120 anni

Fu fondato da 40 appassionati il 19 marzo 1902 all’osteria al Gambero in contrà Oratorio dei Servi. I ciclisti con la loro fanfara furono presenti alla celebrazione dell’AC Vicenza nel 1903 –

E dopo i biancorossi del Vicenza calcio (oggi LR Vicenza) in questo 2022 compie 120 anni anche una società sportiva vicentina ciclistica gloriosa: il Veloce Club Vicenza fondato all’osteria al Gambero in contrà Oratorio dei Servi da 40 amici appassionati di due ruote a pedali nel lontano 1902. Il battesimo fu il 12 marzo, ma l’ufficialità (le firme) arrivarono il 19 marzo.
La società sportiva insignita di due stelle al merito del CONI celebrò i suoi 100 anni di gloria con una mostra al piano terra della Basilica Palladiana (con tante bici gloriose) e un volume (Veloce Club Vicenza 1902-2002. 100 anni di gloria) curato vent’anni fa da Giorgio Giolo e Michele Villis.

LA PEDALATA DEI 120 ANNI
Il 15 maggio 2022 è stata programmata dal presidente Silvano Campanaro e dal vice Andrea Tirelli, una pedalata commemorativa aperta a tutti che coprirà circa 30 chilometri nel territorio comunale e limitrofi del capoluogo di provincia. Di fatto un bel giro cicloturistico dalla Rotonda del Palladio a Villa Zileri. Si partirà con una guida turistica autorizzata dall’esedra di viale Dalmazia/viale Roma per arrivare alla fine in piazza dei Signori con il saluto delle autorità.

TULLIO CAMPAGNOLO CICLISTA, INVENTORE E SOSTENITORE
Il gruppo sportivo vide tra i suoi più ferventi sostenitori Tullio Campagnolo che corse anche con i colori del VCV e poi quando divenne imprenditore lo sostenne economicamente per far partecipare la squadra alle corse su strada dei professionisti più importanti negli anni del dopoguerra.

LA CORSA ASTICO-BRENTA E LA MILANO-VICENZA
Il Veloce Club ideò e organizzò per decenni (per quasi 80 anni) la Astico-Brenta con partenza e arrivo a Vicenza (campo Marzo) e ai primordi organizzo tante corse nell’anello della grande area verde del centro storico vicentino verso la stazione, quando il cavallo d’acciaio sostituì i quadrupedi.
Altra corsa memorabile organizzata dal Veloce Club la Milano-Vicenza del 1950 con l’arrivo nella pista interna allo stadio Romeo Menti.

NEL 1903 IL VELOCE CLUB A CELEBRARE LA BANDIERA DEL AC VICENZA
Oltre che allo stadio l’ACV e il VCV si incrociarono nel 1903: la fanfara con gonfalone del Veloce Club Vicenza il 17 maggio (esiste una foto memorabile davvero) intervenne alla inaugurazione della bandiera dell’Associazione Calcio Vicenza nella palestra di Santa Caterina.

TANTI CAMPIONI: DA DINALE A MAULE E DA BASSO A BALDATO
Tra i campioni che corsero con i colori del VCV annoveriamo inizialmente tra gli altri Andretta, Censi, Antolini, Zaramella, Morbiato, il campione olimpico Dinale, Dartardi, Gava, Gasparinetti, Panarotto. E poi dagli anni ’50 Zigliotto, Coltro, Maule, Peruzzo, Massignan. Ma anche Tullio Campagnolo stesso. E più avanti con gli anni anche Battaglin.
Negli anni ’70 tra i molti anche Farisato, fino ad arrivare a tempi molto più recenti con Fabio Baldato.

IN ALLEGATO alcune foto:
– 1903 fanfara con gonfalone del Veloce Club
– 1949 l’arrivo della corsa Astico-Brenta in Campo Marzo
– 1950: l’arrivo della Milano-Vicenza allo stadio Romeo Menti
– il logo del Veloce Club Vicenza

1950 arrivo della Milano Vicenza
1949 arrivo Astico-Brenta a Campo Marzo
1903 fanfara con gonfalone del Veloce Club
1913 partenza coppa Valdagno

Inviato da Francesco Brasco, giornalista per conto del Veloce Club Vicenza

 

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio