Ghiaccio

FISG porta il curling nelle scuole italiane

Parte Curling@School, il progetto della FISG che porta il curling nelle scuole italiane

Si chiama Curling@School

ed è il progetto organizzato per l’intero 2023 dalla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, realizzato grazie al contributo governativo di 80 milioni d’intesa con il Dipartimento per lo sport e Sport e Salute S.p.A. per la promozione dello sport.

La splendida disciplina che ha fatto innamorare gli italiani ai Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022 approda nelle scuole italiane con un’iniziativa rivolta a bambini e adolescenti con l’obiettivo prioritario di avvicinarli allo sport e prevenire l’abbandono, assicurando che l’attività sportiva continui ad essere elemento stimolante nella vita dei giovani.

Il progetto ha dunque l’obiettivo di portare, durante l’orario scolastico, le classi provenienti da diverse scuole (medie e superiori) al palazzetto del ghiaccio di riferimento sul territorio per far provare la disciplina del curling, insegnando gradualmente di settimana in settimana ogni aspetto della pratica di questa disciplina e abituando i ragazzi a praticare sport regolarmente. Un’iniziativa all’insegna dell’inclusività, aperta anche ai bambini e ragazzi con disabilità.

Al termine della fase di insegnamento della disciplina verrà organizzato un Campionato Studentesco, suddiviso tra la categoria scuole medie e scuole superiori, nella macro regione Nord Ovest così come in quella Nord Est. In programma poi anche due fasi finali, la prima a metà aprile e la seconda per dicembre 2023.

La Federazione, grazie al sostegno fornito da Sport e Salute,

provvederà inoltre a fornire a ciascun impianto di ghiaccio dei kit con gli strumenti e attrezzature tecnico sportive di base necessarie per l’avviamento delle classi scolastiche alla pratica della disciplina oltre a coprire tutti i costi afferenti il progetto così da poterlo offrire gratuitamente a tutti gli studenti aderenti all’iniziativa.

BrunicoCembra e Pinerolo le prime classi sono già scese sul ghiaccio, ma il progetto ambisce a coinvolgere ben nove impianti:

  • Palaghiaccio Bormio
  • Intercable Arena Brunico
  • Palacurling Cembra
  • Stadio del Ghiaccio Chiavenna
  • Stadio Olimpico del Ghiaccio Cortina d’Ampezzo
  • Stadio Olimpico del Ghiaccio Pinerolo
  • Palaghiaccio Tazzoli Torino
  • Acinque Ice Arena Varese

Responsabile tecnico del progetto

è Marco Marianitecnico delle Nazionali Junior di curling della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, che sarà anche coadiuvato dagli area manager sul territorio oltre al supporto, in fase di coordinamento, degli uffici federali:

Avendo già lavorato in passato per promuovere il curling nelle scuole a livello locale e territoriale, ho accolto con grande entusiasmo questa opportunità che ci permette di diffondere questa splendida disciplina nelle scuole ma anche, di conseguenza, nelle famiglie e nel tessuto sociale.

L’obiettivo è far appassionare i ragazzi, aiutarli a sviluppare una cultura sportiva più ampia possibile e, con riferimento specifico al curling, cercare di ampliare la base dei praticanti.

Abbiamo cominciato sin da subito a lavorare per raggiungere i risultati auspicati e sono molto fiducioso che questo progetto verrà replicato ed ampliato anche nei prossimi anni così da sfruttare al meglio anche la grande leva di Milano Cortina 2026“.

Per maggiori informazioni inerenti all’iniziativa è possibile consultare anche la pagina dedicata dal seguente link: https://www.fisg.it/curlingschool-sport-e-salute/

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio