CassolaSport

Filippo Bordignon: un ginnasta cassolese ai Mondiali dello sport inclusivo

Filippo Bordignon, 25 anni, tra il 17 e il 25 giugno rappresenterà l’Italia agli SPECIAL OLYMPICS WORLD GAMES – Un ginnasta cassolese ai Mondiali dello sport inclusivo

Al via la campagna “Io adotto un campione” per contribuire alle spese di partecipazione

Ci sarà anche un atleta cassolese,

il prossimo giugno a Berlino, a tenere alti i colori dell’Italia agli Special Olympics World Games, il più grande evento sportivo inclusivo del mondo. Il ginnasta venticinquenne Filippo Bordignon, residente a San Giuseppe, è stato selezionato per rappresentare la sua nazione, e anche la comunità di Cassola, nelle competizioni che, tra il 17 e il 25 giugno vedranno protagonisti, nella capitale tedesca, migliaia di sportivi con disabilità intellettiva provenienti da tutto il globo.

Nove le giornate di gara e ventisei le discipline ammesse, tra le quali anche le specialità praticate da Filippo, che tre volte alla settimana si allena in palestra con la storica società locale di ginnastica artistica Junior 2000.

I TALENTI DI FILIPPO

Filippo Bordignon
Filippo Bordignon assieme al sindaco di Cassola Aldo Maroso e all’assessore allo sport Marta Orlando Favaro

«Aveva iniziato da piccolo, all’età di cinque anni – ricorda la mamma Luisa – ma all’epoca non esistevano percorsi specifici per ragazzi come lui». Per qualche tempo il giovane, affetto da sindrome di Down, ha quindi giocato a hockey e si è avvicinato al nuoto, che pratica tuttora, ma solo nel 2017, è potuto ritornare al suo primo amore, la ginnastica.

In quell’anno la Junior 2000 ha infatti avviato il progetto Special Gym, dedicato proprio ai ragazzi con diverse abilità. Un’attività d’eccellenza a cui oggi fanno riferimento più di una ventina di ragazzi e bambini con disabilità anche gravi provenienti dall’intero comprensorio bassanese e che ha permesso a Filippo di esprimere al meglio il suo talento sportivo.

«E’ bravo in ogni specialità – conferma Giulia Fietta, psicologa, allenatrice ed ideatrice del percorso inclusivo proposto dalla Junior – e a Berlino si cimenterà con tutti gli attrezzi, anche se il meglio lo dà con le parallele e gli anelli. In questi anni ha raggiunto importanti risultati nelle gare organizzate da Special Olympics e dalla Fisdir e la convocazione ai mondiali è arrivata proprio a seguito delle ottime prestazioni registrate l’anno scorso ai campionati nazionali di Torino».

«Non pensavamo neppure lontanamente a un traguardo come questo – continua la mamma -. Ci auguriamo che su questo fronte Filippo, possa fare da apripista anche per tanti altri atleti».

Sicuramente per il protagonista di quest’avventura si tratta di una grande soddisfazione ma anche un bell’impegno, che va a sommarsi alle molteplici attività in cui il giovane è coinvolto: il lavoro nella Fattoria Sociale Conca D’oro, i laboratori per l’autonomia con l’associazione “Il colore viola”, i corsi teatro e gli allenamenti in palestra e in piscina.

IO ADOTTO UN CAMPIONE

La notizia della partecipazione ai mondiali è stata ufficializzata proprio oggi, nella sala consiliare del Municipio di Cassola, dove è stata presentata, contestualmente, la campagna “Io adotto un campione”: l’iniziativa lanciata da Special Olympics Italia con l’obiettivo di aiutare le famiglie degli atleti selezionati a sostenere le spese di partecipazione alla kermesse.

L‘obiettivo è riuscire a raccogliere 2 mila euro per ogni atleta e su questo fronte l’Amministrazione comunale si è già attivata, interessando anche altre realtà del territorio.

La Bassano Bluespiritual Band ha già acconsentito a devolvere per questa causa il ricavato del tradizionale concerto in programma il prossimo 15 aprile all’auditorium Vivaldi.

«Questa Amministrazione crede che l’attività sportiva sia fondamentale per la crescita dei giovani – osserva l’assessore allo sport del Comune di Cassola Marta Orlando Favaro – e che essa possa diventare, per chi ha abilità diverse, uno strumento di inclusione e anche di riscatto.

Ne è prova il fatto che sin dal suo avvio abbiamo sempre sostenuto il corso Special Gym della nostra società di ginnastica». «La convocazione di Filippo, come quella degli altri atleti vicentini, rappresenta per il nostro territorio la conferma che siamo sulla buona strada – chiude Claudia Treviso, direttrice della sezione Vicentina di Special Olympics Italia-.

Il nostro impegno ad estendere il diritto allo sport al maggior numero possibile di persone con disabilità sta dando i suoi frutti. Attendo il rientro di Filippo con qualsiasi risultato perché per me è già un campione».

Comunicato Nr. 14 del 20/03/2023

Respect!

BBBand

Il 15 aprile al Vivaldi di Cassola un concerto per promuovere la cultura del rispetto, contro ogni forma di discriminazione, esclusione e violenza.

“Rispetto deriva dal verbo latino respicere, guardare di nuovo.

Ri-spettare significa quindi guardare ancora una volta, guardare indietro, guardare meglio, rimediare anche a ciò che non si è visto. Vuol dire sapere guardare i dettagli e accorgersi di chi ci è accanto, del suo valore e dei suoi bisogni. Magari per rendersi conto che questa stessa persona viene svilita, esclusa, trattata male.

E’ un titolo che racchiude anche il rispetto e la stima per chi è  diversamente abile e merita il nostro aiuto in tutti i modi possibili.”

I sorrisi, la gioia, la dinamicità della BBBand, formazione corale-strumentale attiva sin dal 2003 (quest’anno celebra il suo ventennale) in un repertorio variegato, dal soul-gospel fino alla musica italiana, per sottolineare con forza la necessità del rispetto in ogni ambito!

I concerti proposti dalla BBBand sono contraddistinti dalle tre B:

attraverso la fiducia in se stessi o in un dio (Believe! Credi!) l’uomo conquista una visione positiva della realtà dove il bene-dire (Bless!) si contrappone alla più facile lamentazione, creando così i presupposti per lasciarsi coinvolgere dalla gioia (Be Happy! Sii felice!).

La BBBand, in ogni concerto, porta con entusiasmo la originalità di esecuzioni di brani arrangiati dal maestro Fattambrini, che dirige il gruppo dal 2015.

Con il progetto nominato “Grazie Gospel”, la Bassano Bluespiritual Band realizza eventi mirati al sostegno delle attività solidali del territorio e mettendo la propria musica al servizio di associazioni operanti nella cooperazione.

Con l’evento in programma il 15 aprile alle 21 all’Auditorium Vivaldi di San Giuseppe di Cassola, saremo felici di aiutare Filippo Bordignon a vivere l’emozione dell’evento sportivo di Berlino.

Cristoforo Lo Giudice – Presidente BBBand

www.bassanobband.com

https://www.facebook.com/BassanoBluespiritualBand/

Fonte Comune di Cassola

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio