Basket

Una efficace pallacanestro Vicenza stoppa la corsa di Jesi

Basket Serie B Nazionale – Terza vittoria stagionale per i biancorossi della Pallacanestro Vicenza, con Bugatti subito top scorer.

Civitus Allianz Vicenza – General Contractor Jesi 82-71 (18-11, 14-21, 28-21, 22-18)

Civitus Allianz Vicenza:

Fabio Bugatti 17 (7/10, 0/2), Luca Brambilla 15 (5/9, 1/2), Alessandro Riva 11 (3/4, 0/1), Luca Antonietti 11 (4/6, 1/2), Valerio Cucchiaro 10 (0/3, 2/3), Diego Terenzi 8 (1/4, 1/3), Andrea Ambrosetti 7 (2/2, 1/4), Niccolò Lurini 3 (1/1, 0/2), Stefano Cernivani 0 (0/0, 0/0), Nicholas Carr 0 (0/0, 0/0), Andrea Campiello 0 (0/0, 0/0), Giovanni Brescianini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 22 – Rimbalzi: 36 5 + 31 (Diego Terenzi 9) – Assist: 16 (Valerio Cucchiaro 5)
Allenatore Cilio

General Contractor Jesi:

Giulio Casagrande 16 (3/7, 3/4), Roberto Marulli 13 (5/8, 1/3), Lorenzo Varaschin 12 (4/13, 0/0), Daniele Merletto 11 (4/8, 1/3), Tommaso Rossi 11 (2/3, 2/4), Antonio Valentini 8 (1/2, 2/4), Giacomo Filippini 0 (0/5, 0/2), Santiago Bruno 0 (0/2, 0/0), Emanuele Carnevale 0 (0/0, 0/0), Alessandro Nisi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 10 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Lorenzo Varaschin 12) – Assist: 10 (Daniele Merletto 7)

Allenatore Ghizzinardi

Nessuno uscito per cinque falli.

Arbitri De Ascentiis ( Cremona ) e Forni ( Cervia ).

La Civitus Vicenza allungata nelle rotazioni e offensivamente più solida e concreta grazie agli innesti di Lurini e Bugatti (foto in copertina) non fallisce l’appuntamento con il ritorno alla vittoria davanti al proprio pubblico regolando una Jesi di livello, costruita per una post season ambiziosa e che arrivava in Veneto in gran fiducia, poichè reduce da ben cinque successi consecutivi. Il quintetto berico ben conscio per mille motivi di non poter fallire questa nuova occasione, ha approcciato l’impegno benissimo, evidenziando da subito gran sicurezza  vestendo i panni di chi, in qualunque modo è chiamato a “muovere la classifica” e di chi non vuole assolutamente infliggere ai propri tifosi una delusione.

Piano gara rispettato

Pallacanestro Vicenza stoppa Jesi
Alessandro Riva

Frutto del lavoro meticoloso settimanale in palestra, sostenuto da un coach che crede in questo gruppo, a maggior ragione ora che è scoccata la fatidica scintilla favorita dall’ arrivo dei due nuovi, che è una chiara testimonianza di quanto la dirigenza sia vicina ai propri ragazzi e voglia fortemente raggiungere quanto prima il traguardo di una comoda salvezza.

La parte difensiva è stata eccellente, a parte qualche fisiologica sbavatura, ma anche la parte offensiva è piaciuta con la palla che si è mossa bene e che soprattutto ha toccato frequentemente il fondo della retina, a differenza di quanto era avvenuto in precedenza ed in più di qualche circostanza.

Pallacanestro Vicenza

La strada è ancora lunghissima e riprenderà domenica ad Imola con l’Andrea Costa, prima di tre partite in sette giorni. Bisogna trovare la forza per mettere nel mirino il primo colpo esterno stagionale perchè i punti iniziano a pesare parecchio, specialmente nei confronti diretti.

PRIMO QUARTO

Vicenza è in serata e un tiro dall’area di Niccolò Lurini porta i biancorossi sul + 7 (16 a 9 ) con ancora due minuti e mezzo da giocare  prima della sirena.

SECONDO QUARTO

Quello più sofferto dalla Civitus che becca un parziale di 21 a 14. Ciò determinato dalla reazione marchigiana, che produce moltissimo. Il quintetto ospite aggiusta la mira e stringe le maglie difensive. Vicenza deve sudare parecchio e alla pausa lunga è parità.  32 a 32.

TERZO QUARTO

C’è solo Vicenza sul parquet.  Tripla di Brambilla poi Cucchiaro lo imita dall’arco. La precisione di Terenzi e Riva dalla lunetta paga e pure  Ambrosetti che ne mette due dall’area. Morale: parziale di 12 a 0 per i padroni di casa nei primi tre minuti , con Jesi tramortita e virtualmente fuori dalla contesa.

Vicenza fa registrare un ottimo 28 a 21 di parziale all^ interno della terza frazione.

ULTIMO QUARTO

I biancorossi si calano nell’ordine d’idee di evitare una rimonta jesina e ci riescono perfettamente. I ragazzi di Ghizzinardi non ci stanno ad alzare bandiera bianca tanto facilmente, ma probabilmente non è la serata giusta. E una tripla di Cucchiaro al quarto minuto che fa volare i suoi sul 70 a 59, di fatto rende realmente impossibile una rimonta degli ospiti piuttosto in affanno ed anzi fa scorrere i titoli di coda. Punteggio finale 82 a 71.

Riccardo Giuntini Pallacanestro Vicenza

RISULTATI

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio