Basket

Troppa Ruvo per la Pallacanestro Vicenza

Basket Serie B Nazionale – Emergono chiaramente i venti punti di differenza in classifica della Pallacanestro Vicenza.

Tecnoswitch Ruvo di Puglia – Civitus Allianz Vicenza 103-85 (30-17, 29-23, 20-21, 24-24)

Tecnoswitch Ruvo di Puglia:

Andrea Traini 21 (2/2, 5/6), Giacomo Eliantonio 18 (3/6, 3/5), Luca Toniato 15 (5/6, 1/2), Gianmarco Leggio 15 (6/7, 1/4), Manuel Diomede 12 (3/8, 2/4), Lorenzo Galmarini 10 (3/7, 0/0), Mario jose Ghersetti 6 (2/2, 0/1), Lorenzo Deri 6 (0/1, 2/4), Darryl joshua Jackson 0 (0/0, 0/0), Marco Contento 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 19 – Rimbalzi: 34 8 + 26 (Lorenzo Galmarini 9) – Assist: 18 (Manuel DiomedeLorenzo Galmarini 4)
Allenatore Ruvo: Campanella.

Civitus Allianz Vicenza:

Fabio Bugatti 20 (6/8, 2/8), Luca Brambilla 13 (6/6, 0/5), Alessandro Riva 12 (6/10, 0/0), Luca Antonietti 11 (5/5, 0/2), Diego Terenzi 9 (3/6, 1/3), Stefano Cernivani 9 (1/1, 2/7), Andrea Pavan 5 (1/1, 1/1), Valerio Cucchiaro 2 (0/1, 0/1), Niccolò Lurini 2 (0/3, 0/0), Nicholas Carr 2 (1/1, 0/0), Andrea Ambrosetti 0 (0/0, 0/0)
Allenatore Vicenza Cilio
Tiri liberi: 9 / 12 – Rimbalzi: 24 7 + 17 (Luca Antonietti 5) – Assist: 12 (Niccolò Lurini 3)

Nessuno uscito per cinque falli. Arbitri Galluzzo di Brindisi e Grieco di Matera

Troppa Ruvo per la Pallacanestro Vicenza
Niccolò Lurini

Nonostante le assenze di Jackson e Contento, la capolista Ruvo fa un sol boccone della Civitus Vicenza , nella terza giornata di ritorno. I ragazzi di Campanella, che torna in panchina dopo aver scontato la squalifica, mettono subito in chiaro le cose. Nella serata del palaColombo due uomini si propongono come protagonisti. Il riferimento è per Diomede lucidissimo in cabina di regia e per Leggio che dall’arco dei 6,75 dimostra di avere una mano rovente.

Nulla di buono per Vicenza

I locali toccano il primo vantaggio in doppia cifra già al quarto minuto. Una super partenza che non lascia presagire nulla di buono per Vicenza, che abbozza una reazione affidandosi a Bugatti, per lui venti punti nel tabellino personale finale e a capitan Cernivani. Non ci sono soltanto Diomede e Leggio a furoreggiare per i pugliesi. Traini non vuole essere da meno, rivelandosi un fattore con i suoi 21 punti e il 5/6 dall’arco.

Ruvo è in totale controllo e  fiducia già alla metà del secondo periodo. Le difese si concedono una serata di libertà e gli attacchi vanno a nozze. 59 a 40 la situazione al rientro negli spogliatoi per l’intervallo lungo. Con questa differenza di valori in campo le due squadre nel secondo tempo iniziano già  a pensare al loro prossimo impegno, dal momento che domenica si tornerà  a battagliare sul parquet.

Cilio

Per preservare energie, opera un logico turnover concedendo spazio a Carr e Pavan. Non può tuttavia passare inosservata la prestazione della Tecnoswitch con il suo 14/26 globale dall’arco, il 52 per cento da due e i sei uomini mandati in abbondante doppia cifra. Il ventello è servito.  Il 103 a 85 va consegnato agli archivi.

Vicenza ha già la testa rivolta all’importantissima sfida di domenica pomeriggio con Faenza. Il palaGoldoni deve tornare ad essere un fortino inespugnabile.

Fondamentale il riscatto sotto forma di una vittoria quantomai necessaria per riprendere il cammino verso l’obiettivo della salvezza.

Riccardo Giuntini Pallacanestro Vicenza

RISULTATI

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio