Basket

La pallacanestro Vicenza asfalta l’Andrea Costa. Buona la prima per Ghirelli

Basket Serie B Nazionale – Pallacanestro Vicenza – Grandissimo successo ( 98 a 81 ) per i biancorossi che iniziano al meglio la volata salvezza.

Civitus Allianz Vicenza – Andrea Costa Imola 98-81 (31-16, 23-25, 31-21, 13-19)

Civitus Allianz Vicenza:

Fabio Bugatti 26 (3/4, 5/7), Stefano Cernivani 16 (3/4, 1/4), Valerio Cucchiaro 14 (2/2, 2/4), Luca Antonietti 13 (5/9, 1/4), Luca Brambilla 13 (4/6, 1/4), Niccolò Lurini 9 (4/4, 0/3), Andrea Campiello 4 (0/1, 0/0), Alessandro Riva 3 (0/1, 1/1), Sami Sanad 0 (0/1, 0/0), Andrea Pavan 0 (0/0, 0/2), Nicholas Carr 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Manganotti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 23 / 24 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Fabio Bugatti Luca Brambilla 6) – Assist: 14 (Valerio Cucchiaro 6)

Andrea Costa Imola:

Gian marco Drocker 23 (6/11, 3/4), Lukas Aukstikalnis 23 (1/1, 6/8), Alex Ranuzzi 12 (4/8, 0/2), Nunzio Corcelli 10 (0/3, 2/6), Riccardo Crespi 6 (3/6, 0/0), Tommaso Marangoni 5 (0/1, 1/2), Gianmarco Sorrentino 2 (1/4, 0/0), Lucio Martini 0 (0/0, 0/0), Dejan Bresolin 0 (0/1, 0/0), Diego Ronchini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 21 2 + 19 (Riccardo Crespi 6) – Assist: 5 (Gianmarco Sorrentino 3)

Gabriele GhirelliLa pallacanestro Vicenza asfalta l'Andrea Costa

Alla Civitus Vicenza evidentemente la sosta di campionato ha fatto molto bene , ma non solo quella. Il cambio di panchina , con l’arrivo del neo coach Gabriele Ghirelli, scelto dalla società per sostituire l’esonerato Manuel Cilio e giunto in città solamente nella giornata di giovedì ha ridato vita ad un gruppo che era reduce da ben cinque sconfitte consecutive e che non poteva permettersi un ulteriore passo falso con appena sei gare a disposizione per andare a concludere una sofferta stagione regolare.

I due punti all’ombra dei berici non si vedevano più dal lontano 10 febbraio, giorno in cui era stata superata Lumezzane.  Vittoria nitidissima per Vicenza che ha dominato per quaranta minuti un avversario tosto e in lotta per un posto ai playoff. Ora è necessario cavalcare l^ onda , dal momento che sono alle porte in rapidissima successione ( mercoledì e sabato ) i due confronti diretti ed entrambi in trasferta, rispettivamente con Bisceglie e Virtus Padova.

Un passo in avanti

Punti pesantissimi in palio da conquistare , al fine di sbrogliare una matassa che rimane ovviamente ancora complicata ( salvezza diretta o ricorso ai playout ? ) , anche se la Civitus  ieri ha compiuto un significativo passo in avanti , abbandonando lo scomodo penultimo posto in graduatoria, lasciato proprio alla coppia Bisceglie e Ozzano.

Inizia quindi bene per Vicenza l’ultimo caldissimo mese di campionato. Ambrosetti ancora ai box per un problema alla spalla, ma anche Imola non è al completo dovendo rinunciare al proprio play Fazzi, per la rottura del crociato anteriore rimediata quindici giorni fa e che ne ha stoppato la stagione. I padroni di casa impongono da subito il loro ritmo chiudendo il primo quarto sul + 15  ( 31 a 16 ), con un Bugatti da 15 punti in meno di dieci minuti.

L’Andrea Costa si mette nelle mani di Aukstikalnis e Drocker, che appaiono ispirati, tuttavia all’intervallo lungo il vantaggio per i berici è ancora in doppia cifra ( 54 a 41 ). Al rientro dagli spogliatoi una Civitus mai così prolifica , sfodera un altro quarto da 31 punti annientando l^ avversario. Imola è sfiduciata e sbanda accusando anche un – 26.

Commenta il neo coach Ghirelli

La splendida serata vicentina viene naturalmente sottolineata nel dopo gara dal neo coach Ghirelli, visibilmente soddisfatto nel giorno del suo atteso debutto: “Faccio i complimenti ai miei giocatori. In questi primi due giorni ho provato a cambiare due concetti. Ho cercato di far capire alla squadra che ci si deve passare la palla e alzare un pò i ritmi. Invece a livello difensivo credo che i ragazzi abbiano fatto un miracolo.

Abbiamo sbagliato veramente poco, mandando cinque uomini in doppia cifra.  Non mi aspettavo francamente che i ragazzi in un allenamento e mezzo riuscissero ad assorbire dei concetti difensivi anche non semplicissimi , ma è proprio da li che è nato tutto, da uno spirito di squadra. Questo ho cercato di far capire a loro, cioè che serve essere una squadra. In vista di mercoledi troveremo un’altra avversaria che ci proporrà altre cose. Dobbiamo pensare a noi, restare uniti e riproporre tutto il buono messo in mostra stasera.”

Sul parquet di Bisceglie la pallacanestro Vicenza è chiamata a mettere un altro importante mattone sulla strada della salvezza.

Riccardo Giuntini Pallacanestro Vicenza

RISULTATI

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio