Basket

Il ds Renzo Stella: “Pallacanestro Vicenza pronta per l’elitaria serie B d’eccellenza”

La pallacanestro Civitus Vicenza del ds Renzo Stella ha concluso il proprio mercato, con l’allestimento di un roster che appare affidabile, in vista della partecipazione alla neonata B unica.

Abbiamo sentito al riguardo

il direttore sportivo Stella che sicuramente  soddisfatto ha commentato:

Ci siamo mossi con accortezza economica, prima di tutto confermando coach Manuel Cilio, che pure ha ricevuto tre offerte da altri club di b1, a testimonianza del suo valore, dimostrando di possedere carisma e una precisa idea di basket.

Ma potremo avvalerci ancora delle prestazioni dei due elementi di spicco del settore piccoli, ossia Cucchiaro e Ambrosetti, molto richiesti sul mercato.

Ma che nonostante ciò, hanno preferito rimanere, in quanto credono al progetto. Punti fermi dopo la brillante stagione disputata in maglia Civitus.

E riavremo il nostro capitano Cernivani,

recuperato dopo il grave infortunio al ginocchio, che a inizio dicembre ha messo la parola fine alla sua stagione mentre viaggiava a14 punti media partita, privando il quintetto di una pedina essenziale.

Ma indubbiamente preziose anche le conferme di due uomini d’esperienza e talvolta perfino decisivi, come Brambilla e Andrea Campiello.

Campiello sta progressivamente recuperando dall’infortunio all’adduttore, rimediato a fine marzo e che lo ha tenuto lontano dal parquet nelle ultime 10 importantissime partite.

E poi naturalmente ci sono i tre rinforzi di mercato.

Due arrivano da Legnano:

  • Terenzi (classe 95) ala piccola dal buon tiro da fuori,
  • Antonietti (classe 94 ), ala forte, dotato di dinamismo e forza fisica,
  • dallo Junior Casale proviene Riva, possente centro classe 98, 205 cm, pivot forte sia fronte che spalle a canestro

Abbiamo individuato in questi tre uomini oltre alle doti tecniche, la volontà d’integrarsi rapidamente con i nuovi compagni e con la filosofia di gioco dell’allenatore.

Tutto al fine di formare un gruppo affiatato, di costruire quella chimica, che sta spesso alla base dei successi di un team.

Ci sarebbe  piaciuto confermare tutti, quindi anche Tomcic, Petrucci, Ianuale e Bassi, i quali, in un campionato nel quale la squadra è stata falcidiata da così tanti infortuni.

Senza i quali (infortuni) saremmo riusciti ad ottenere 4/6  punti in più nella classifica finale della regular season: hanno ottimamente sostituito i loro compagni indisponibili fornendo  convincenti prestazioni, ma abbiamo dovuto per forza di cose operare altre scelte.

Piuttosto rivedremo in prima squadra i giovani del vivaio Carr, Pavan e Pendin.

Di grande livello questa nuova B nazionale a 36 squadre,

che pare quasi una serie A3, suddivisa in due gruppi col criterio est/ovest.

Vicenza, come noto, è stata inserita nel girone B e se la dovrà vedere con le altre 3 venete: Mestre, San Vendemiano e Virtus Padova.

Oltre che poi naturalmente con i club dell’Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Puglia e la riammessa Lumezzane.

Il diesse Renzo Stella annuisce e conferma:

“Girone con squadre blasonate, e si sa bene che fare i due punti sui campi del sud non è affatto facile.

A questo dobbiamo aggiungere che i sei turni infrasettimanali previsti dal calendario, complicano ulteriormente le cose a livello organizzativo.”

Lei crede che conquistare il tredicesimo posto, cioè la salvezza diretta sia da considerare l’obiettivo minimo per la pallacanestro Vicenza in questa stagione? 

“Si, lo credo, conclude Stella, ora che l’asticella si è alzata siamo chiamati a dare di più.  Il 3 agosto verranno resi noti i calendari del campionato che prenderà il via il primo ottobre”

Nel mezzo c’è l’impegno della Supercoppa.  La Civitus Vicenza il 9 settembre si recherà a Ozzano per la prima gara ufficiale.

Gara unica ad eliminazione diretta. Subito un dentro o fuori. In palio c’è il passaggio al secondo turno.

Riccardo Giuntini

In copertina il direttore sportivo Renzo Stella

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio