Sport

Arzignano: lanci stellari per Kovacs, Fabbri e Weir

Trionfa Kovac con 22m44 con bordate mondiali di Fabbri 22,14 e Weir 21,90 – Arzignano

INAUGURATA LA NUOVA PEDANA DEL PESO CON MISURE DA FINALE OLIMPICA

Festa doveva essere e grande spettacolo internazionale è stato. Serata indimenticabile quella vissuta ad Arzignano la sera di martedì 12 settembre 2023 con tre tenori mondiali del lancio del peso che si sono sfidati nella nuovissima pedana inaugurata allo Stadio Dal Molin con gli stessi quali testimonial d’eccezione.

Ne sono uscite misure da podio di una finale olimpica o mondiale con i pesisti azzurri ancora strepitosi, a suggello di una stagione meravigliosa che nessuno vorrebbe finisse mai.

Nel pomeriggio arzignanese che,

come spesso accaduto ultimamente, ha tutti i tratti di una finale olimpica o iridata, il successo va allo statunitense bronzo di Budapest Joe Kovacs con 22,36, bicampione del mondo e due volte argento olimpico in carriera. Leonardo Fabbri, vicecampione mondiale 2023 scaglia il peso a un regale 22,14; Zane Weir, campione europeo indoor, avvicina ancora i ventidue metri con 21,90.

L’argento mondiale Fabbri (Aeronautica, con la serie di 20,22 – 21,09 – 21,20 – 22,14 – 21,43 – 21,48 nei sei lanci), che a breve sarà negli States a Eugene per la finale della Wanda Diamond League, firma la seconda misura in carriera confermandosi oltre la soglia dell’eccellenza dei 22 metri, come era già accaduto ai Mondiali di Budapest, quando era salito sul podio con 22,34.

Domenica sfiderà infatti gli altri big mondiali, a partire dallo statunitense primatista del mondo e campione olimpico Ryan Crouser.

L’oro europeo indoor Weir,

con 21,90 all’ultimo lancio ma anche con un precedente 21,79, avvicina di nuovo i ‘ventidue’ nell’ultima gara della sua stagione, un’annata che l’ha portato fino al 22,44 di Padova.

In gara anche i giovanissimi Andrea Crestani, cassolese in forza ad AV Brazzale, capace di agguantare i 15m66 col peso assoluto (7260 gr) e Antonio Maset (Treviso Atletica) che ha chiuso con 14m40).

La cerimonia, organizzata dalle società Atletica Arzignano e Atletica Ovest Vicentino in collaborazione con il Comune di Arzignano e sotto l’egida del Comitato provinciale Fidal, è stata preceduta da una gara riservata ad atlete della categoria cadette.

Presenti le autorità istituzionali e sportive,

a partire dal Sindaco Alessia Bevilacqua e dall’Assessore allo Sport Giovanni Lovato, decisamente emozionati nel vedere il debutto di una nuova opera sportiva (interamente finanziata da Atletica Arzignano) di livello internazionale e un gruppo di atleti di tale portata accorsi per l’inaugurazione.

Con loro il Presidente di Fidal Veneto, Francesco Uguagliati, i presidenti di Atletica Arzignano Christian Belloni e Atl. Ovest Vicentino Roberto Mistrorigo, oltre a una rappresentanza degli primari partners delle società quali Euroventilatori, Autovega, We_Beat e Banca delle Terre Venete.

Applausi per il tecnico degli azzurri Paolo Dal Soglio, che ha avuto il guizzo di coinvolgere anche il campione statunitense. Ospiti d’eccezione dell’evento, tra gli altri, anche Aldo Pedron, storico tecnico di Paolo Dal Soglio che dal 2021 allena ad Arzignano e da Chiara Rosa, primatista nazionale della specialità al femminile.

Altra madrina presente sarà l’ex azzurra castellana Cristiana Chechi. Si sono visti anche altri ex azzurri come Luciano Zerbini, Diego Fortuna e Sergio Mottin.

La pedana è stata realizzata

secondo i migliori standard internazionali grazie al contributo diretto di Atletica Arzignano e a detta degli stessi campionissimi azzurri, in occasione di un recente sopralluogo avvenuto dopo l’ennesima impresa di Weir al Meeting di Padova, è tra le più belle d’Italia, se non la migliore.

La sfida in rosa ha visto la vittoria dell’atleta di casa seguita da Aldo Pedron, Anita Rigodanzo (Atl. Ovest Vicentino) con la misura di 11m55.

Le altre giovanissime, classe 2008, sono state Emma Veronese (Fiamme Oro) arrivata a 11m01, Iris Lazzari (Valley Team) con 10m83, seguita da Beatrice Imboccioli (CSI Atl. Prov. Vicenza) con 10m63e da Paloma Castillo (Risorgive) 10m00.

Un evento unico con tantissimi testimonial che hanno valorizzato ulteriormente il riconoscimento di Arzignano come polo nazionale per peso e disco attribuito da Fidal nel contesto dei bandi promossi nel 2023 in collaborazione con il Dipartimento per lo Sport – Presidenza CdM e Sport e Salute (https://www.atleticarzignano.it/arzignano-polo-nazionale-di-lanci-e-corsa/).

Arzignano (VI), 13 settembre 2023

Fabbri
Kovacs
Weir
Arzignano
Weir, Kovacs e Fabbri

Fonte Atl. Ovest Vicentino – Foto Stupiggia_Concato

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio