Sanità

Ulss 7 Pedemontana: rifiuto a vaccinarsi, appello del Direttore Generale

Bramezza sui rifiuti alla vaccinazione: «verificheremo le motivazioni, ma chi ha detto no al vaccino ci ripensi e si prenoti» – Ulss 7 Pedemontana

Il dato è eclatante:

su circa 3.000 chiamate effettuate negli ultimi 2 giorni dagli operatori dell’ULSS 7 Pedemontana per confermare o fissare l’appuntamento per la vaccinazione anti-Covid, sono stati ben 400 i cittadini che hanno rifiutato l’invito.

«È un numero troppo grande per passare sotto silenzio – sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza -, soprattutto perché si tratta in gran parte di cittadini anziani, quindi soggetti fortemente a rischio in caso di contagio.

Proprio per estendere il più possibile la copertura vaccinale in questa fascia di età, come Azienda abbiamo messo in campo degli sforzi ulteriori, con un servizio di chiamata attiva in parallelo alle lettere, perché qualche lettera può anche perdersi, ma noi non vogliamo mancare di vaccinare nessuno degli aventi diritto.

Mi auguro che alla base di questa decisione

non ci sia una contrarierà ai vaccini, sarebbe grave. Come Ulss 7 Pedemontana faremo delle verifiche per capire le motivazioni, contattando a campione alcuni utenti nei prossimi giorni.

A tutti quelli che hanno rifiutato la convocazione chiedo però di ripensarci e di prenotarsi: è fondamentale per la loro incolumità e per la salute dei loro cari, oltre che di tutta la nostra comunità».

 

L’ULSS 7 PEDEMONTANA

Il giorno 1 gennaio 2017 è stata costituita l’Azienda Sanitaria Ulss 7 Pedemontana, nata dalla fusione tra le Aziende Sanitarie ex n. 3 Bassano del Grappa e n. 4 Alto Vicentino, per effetto della Legge regionale del 25 ottobre 2016 n. 19.

Con la L.R. 19/2016 infatti, la Regione del Veneto ha inteso continuare a garantire l’equità e l’universalità del sistema sanitario, erogando le prestazioni in modo appropriato ed uniforme mediante l’individuazione di nuove e ottimali dimensioni delle Aziende ULSS, che ne migliorino la qualità e l’efficienza nella gestione dei servizi resi.

In 40 anni moltissimo è stato fatto, superando le gravi sperequazioni fra cittadini, perfezionando un servizio che, pur con i suoi limiti, spesso determinati dalla carenza di risorse a supporto del sistema, continua a lavorare per migliorarsi e per offrire a tutti, senza distinzioni, prevenzione, assistenza e cure.

LA RETE ASSISTENZIALE

La sede legale della nostra Azienda è a Bassano del Grappa, in via dei Lotti 40.

La rete di assistenza aziendale è articolata sul territorio con i servizi e le prestazioni erogati:

  • Presidio Ospedaliero di rete San Bassiano
  • Presidio Ospedaliero di rete Alto Vicentino
  • Ospedale nodo di Rete con specificità montana Asiago
  • Distretto 1 Bassano
  • Distretto 2 Alto Vicentino
  • Dipartimento di Prevenzione

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio