Sanità

Ulss 7 Pedemontana: replica su trasporto dei pazienti dializzati

Rispettate le normative – Ulss 7 Pedemontana: replica su trasporto dei pazienti dializzati

In merito alla questione relativa al trasporto dei pazienti dializzati autosufficienti.

l’ULSS 7 Pedemontana ribadisce che è del tutto improprio parlare di “decisione dell’ULSS 7 Pedemontana”, in quanto le normative in merito sono chiare.

In particolare l’Allegato A alla Dgr n.1411 del 6 settembre 2011 specifica che il trasporto per trattamento dialitico “è a carico del sistema sanitario regionale solo per gli utenti allettati o comunque non deambulanti non trasportabili con altro mezzo”, condizione che tra l’altro deve essere certificata dal medico curante.

Ulss 7 Pedemontana – Quanto al rimborso,

non si tratta di alcuna azione “a titolo risarcitorio”: anche in questo caso l’Azienda applica in modo rigoroso la normativa.

Le modalità di quantificazione applicate dall’Azienda per il rimborso ai soggetti autosufficienti sono infatti esattamente quelle indicate nella delibera di Giunta regionale n. 3120 del 12 luglio 1994, che prevede appunto: il rimborso di 1/5 del costo al litro della benzina per i chilometri percorsi dal domicilio al centro di cura (andata e ritorno) con mezzo proprio o privato.

Oppure il rimborso della tariffa applicata da eventuali mezzi di trasporto pubblico locale.

O ancora il rimborso al costo del corrispettivo nel caso di servizi di trasporto pubblici non di linea (es. taxi o navette private).

Con riferimento a quest’ultima modalità, la legge stabilisce inoltre che “l’erogazione del rimborso è subordinata a preventiva autorizzazione da parte dell’ULSS di residenza all’utilizzo di tale mezzo, sulla base di documentate e accertate motivazioni di carattere sanitario o di indisponibilità di altri mezzi di trasporto, o impossibilità di utilizzo degli stessi, da valutarsi anche in relazione alle condizioni fisiche del paziente”.

Va ricordato, infine,

che già da anni tale modalità viene applicata nel Distretto Bassanese senza che vi sia stata alcuna protesta o interrogazione.

Non è chiaro perchè ciò che evidentemente è corretto per i pazienti bassanesi non lo sia per i pazienti dell’Alto Vicentino.

Anche in questo caso, l’Azienda si è posta la questione di porre tutti i pazienti sullo stesso piano, quello previsto dalle normative.

Comunicato stampa n. 102 – 21 agosto 2023

  • Ufficio Stampa Azienda ULSS 7 Pedemontana

Giovanni Bregant – info@gbcomunicazione.com – Cell. 340 4944548

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio