Sanità

ULSS 7 Pedemontana: firmato l’accordo sul pagamento degli straordinari

Garantito il pagamento degli straordinari già dal mese di agosto, con la possibilità per i dipendenti di chiedere in alternativa il recupero ore e l’impegno da parte dell’Azienda ad agevolare la possibilità di usufruire dei riposi compensativi

Come preannunciato, nella giornata di ieri l’ULSS 7 Pedemontana e le organizzazioni sindacali hanno siglato l’accordo per il pagamento degli straordinari.

Più in dettaglio, l’accordo prevede la possibilità per i circa 3.700 dipendenti del comparto dell’ULSS 7 Pedemontana di scegliere entro il 7 agosto se accettare il pagamento degli straordinari maturanti nel 2020, già con la busta paga di agosto, o chiedere corrispondenti riposi compensativi.

Con lo stesso meccanismo, entro il 2 ottobre i lavoratori potranno esprimersi per quanto riguarda gli straordinari del 2021, che saranno pagati già entro il mese di ottobre.

Per il futuro, inoltre, l’Azienda e le organizzazioni sindacali hanno concordato la liquidazione degli ulteriori straordinari maturati nel frattempo due volte l’anno, così da evitare l’accumulo di arretrati.

Per consentire l’eventuale fruizione dei riposi compensativi, nell’ambito dell’accordo sottoscritto l’Azienda si è inoltre impegnata ad agevolare tale possibilità attraverso misure di reclutamento di risorse umane ordinarie e straordinarie.

«Con l’intesa sottoscritta – sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza – raggiungiamo un accordo condiviso con tutte le organizzazioni sindacali firmatarie del contratto collettivo nazionale di lavoro e dimostriamo con i fatti la nostra attenzione e il nostro rispetto nei confronti dei lavoratori.

Lo dimostra non solo la liquidazione degli straordinari già maturati, che sarà molto rapida, ma anche l’impegno ad evitare per il futuro che si creino degli arretrati significativi, procedendo con un oculato monitoraggio e programmazione delle risorse, non dimenticando che gli anni 2020 e 2021 si sono caratterizzati per l’emergenza pandemica che ha avuto un grosso impatto sulla gestione delle risorse umane»

Comunicato stampa n.139

13 luglio 2022

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio