ProvinciaRomano d'Ezzelino

Scuola media Monte Grappa: investire nel futuro a Romano d’Ezzelino

Ecco la nuova scuola media “Monte Grappa” a Romano d’Ezzelino. Due anni di lavori, senza interruzione dell’attività didattica.

Moderna e funzionale, con un’attenzione particolare al risparmio energetico ed al benessere di studenti e del corpo docente. Sarà così la nuova scuola media “Monte Grappa”, che si inserisce nel contesto del futuro polo scolastico di San Giacomo. Un importante impegno, coperto anche da fondi PNRR, che darà nuovo lustro e qualità all’offerta scolastica del Comune di Romano d’Ezzelino, tornando quindi ad una maggior attrattività nei servizi offerti al comprensorio.

Investimenti rivolti alle famiglie e future generazioni

Non di minore importanza è anche il concreto investimento rivolto alle famiglie e alle future generazioni, andando a creare nuovi e migliori spazi di studio e di socializzazione per i piccoli cittadini di Romano d’Ezzelino. Da subito è stata messa in sicurezza l’area cantiere, ma i lavori non andranno a toccare l’attuale plesso o le aree immediatamente adiacenti. Pertanto tutte le attività didattiche proseguiranno senza interruzioni. La conclusione dei lavori è prevista a metà 2026 e solo dopo il collaudo finale sarà demolita l’attuale scuola media garantendo quindi non solo la continuità dell’attività didattica ma anche il ripristino del verde con un consumo di suolo finale vicino allo zero. Per giovedì 8 è previsto un incontro con le famiglie degli alunni per spiegare dettagli e tempistiche dell’intervento.

L’edificio, da 3.280 mq, verrà realizzato su due piani, nel dettaglio:

Al piano terra troveranno spazio due grandi aule laboratorio, l’aula di musica con annessa sala prove, per una superficie totale di oltre 150mq, una biblioteca interna riservata agli studenti, i nuovi uffici della direzione didattica e ampi spazi connettivi. Al piano primo vi saranno ulteriori due laboratori e 15 aule per le classi, per un totale complessivo di 21 aule di cui 3 polifunzionali. A predominare gli ampi spazi di collegamento vi sarà una ampia scalinata che darà agli studenti nuovo spazio aggregativo e possibilità di sviluppare attività extra-scolastiche. Per quanto riguarda l’aspetto eco-sostenibile ed eco-compatibile del nuovo edificio, l’adozione delle più moderne tecnologie, unitamente ad un involucro edilizio estremamente performante in termini di prestazioni energetiche estive ed invernali, consentirà il raggiungimento di alti livelli di comfort e bassi consumi, garantendo che l’edificio venga classificato come NZEB.

L’attento studio progettuale dell’edificio è avvenuto anche seguendo strategie passive di contenimento dei consumi quali la scelta delle facciate, il controllo dell’irraggiamento solare, l’ottimizzazione dell’illuminazione naturale e un’attenta gestione della risorsa idrica.

Riscaldamento e raffrescamentodella nuova scuola media “Monte Grappa”

Il cuore del sistema saranno le pompe di calore che, tramite impianto radiante, avranno il compito di riscaldare e raffrescare tutti gli spazi della scuola. Ogni stanza sarà dotata di una sonda che garantirà sempre la giusta temperatura evitando così inutili sprechi. Inoltre, vi saranno due centrali di trattamento aria con recupero di calore, una per l’area scuola ed una per la zona uffici, che assicureranno, grazie al costante ricambio puntuale in ogni stanza, aria fresca ed ambienti salubri. A chiudere il cerchio non possono mancare serramenti a bassa dispersione termica, un’efficiente illuminazione a LED e un grande impianto fotovoltaico, sviluppato sul tetto dell’edificio, da circa 145 Kwp.

Dichiarazione del Sindaco di Romano d’Ezzelino Simone Bontorin:

La nostra idea da sempre è quella di creare una struttura scolastica che possa essere aperta non solo all’attività didattica dei ragazzi al mattino, ma che si apra anche all’attività sportiva, alla cultura, alla socializzazione. Lavoreremo per avere una palestra molto più grande e funzionale, spazi esterni attrezzati e con una biblioteca che poi sarà immersa nel parco urbano che nascerà al posto del vecchio edificio. Il limite tra via Marcello, via Velo e via Giardino diventerà un rettangolo nel quale non solo si penserà allo studio, ma cresceranno dei ragazzi, cresceranno delle generazioni. Questo progetto è partito molto tempo fa, gode anche di finanziamenti del Pnrr, circa la metà ovvero 3,3 milioni di euro su 7,1 totali, ma ha soprattutto una visione nel tempo molto lunga.

Dal nostro punto di vista è un investimento per il quale ci siamo sentiti di accendere un mutuo importante, perché diventerà una delle strutture che resterà nel futuro di tutte le generazioni che saranno educate qui a Romano. Uno dei meriti più importanti è stato aver ridotto l’indebitamento del Comune nel precedente mandato, permettendoci negli ultimi anni di valutare anche l’accensione di un mutuo e una scuola era l’unico motivo per poterlo accendere. Siamo orgogliosi perché questa è l’opera più importante che a Romano si sia mai costruita».

Dichiarazione dell’assessore ai lavori pubblici Paolo Rossetto:

«Qui ora ci sono le ruspe e i camion, ma entro due anni ci sarà il nuovo edificio scolastico completamente rinnovato nella sua forma, ma anche nei suoi interni, proprio perché abbiamo privilegiato spazi molto ampi, laboratori, ci sarà un’aula musica con annessa sala prove da oltre centocinquanta metri quadri che è la peculiarità della scuola media. Sarà una una scuola a misura delle nuove generazioni. L’attuale scuola media rimarrà in piedi fino al completamento della nuova, quindi non ci sarà nessuna interferenza e nessuno spostamento dei ragazzi. Al termine dei lavori si comincerà con la demolizione della parte più vecchia della scuola media. Rimarrà in piedi la parte più recente che verrà adibita a funzione di biblioteca. Tutto sarà circondato da un grande parco verde, con nuove piastre da gioco e la revisione anche dei parcheggi».

Nuova Scuola media Monte Grappa Romano d'Ezzelino cantiere

Romano d’Ezzelino 6 febbraio 2024

Fonte: Ufficio Stampa – Comune di Romano d’Ezzelino (VI)

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio