Schio e dintorni

Chiuppano: il donatore Mario Ettore Tribbia fà 100

La presidente del Gruppo Fidas Chiuppano, Romilda Dal Prà: “un esempio di dedizione al volontariato che ha saputo tramandare questo gesto d’amore” – Chiuppano

Il 12 aprile scorso è stata una data importante

per il Gruppo Fidas di Chiuppano, uno fra i piccoli Gruppi dell’Associazione vicentina di donatori di sangue, in quanto un suo donatore, Mario Ettore Tribbia, ha effettuato la 100sima donazione di sangue.

“Il 2020, l’anno del Covid-19 – spiega la presidente del Gruppo Fidas di Chiuppano, Romilda Dal Prà – ha fermato il mondo, ma non ha fermato i donatori di Chiuppano, che lo scorso anno hanno donato 186 sacche, tra plasma e sangue intero”.

A novembre 2020 Denis Rubini ha raggiunto il traguardo della mamma, con la centesima donazione e quest’anno, il 12 aprile, festeggiamo il terzo donatore che ha messo a segno 100 donazioni.

Mario Ettore Tribbia,

55 anni, ha iniziato a donare all’età di 23 anni, iscritto con la moglie Mariangela al Gruppo Fidas di Isola Vicentina.

Da sempre abita a Chiuppano e da qualche anno fa parte del nostro Gruppo.

Papà di Francesca e Mariachiara, entrambe giovani donatrici e mamme di futuri donatori, se seguiranno la tradizione di famiglia, Mario Ettore è uno sportivo, pratica ciclismo e costantemente va a donare per aiutare il prossimo.

Vicenza, 13 aprile 2021.

Chiuppano
Chiuppano: il donatore Mario Ettore Tribbia fà 100

La Fondazione

L’A.DO.SAV. (questo il primo nome della nostra Associazione) nacque nel lontano 20 maggio 1959, fortemente voluta dal Conte Tommaso Valmarana, dal giovane medico Giovanni Rossi, poi diventato professore, dal professor Leonardo Salviati e da altri volonterosi che credevano in quello che stavano facendo e in questa istituzione.

Per la verità esistevano già dal 1957 in città di Vicenza, due gruppi che rispondevano alle chiamate dell’Ospedale: il Gruppo di Arsenale – ancora oggi operativo – e quello della Montecatini, che annoveravano fra i loro associati circa 150 Donatori.

Il Centro Raccolta Sangue di Vicenza si trovava in un vecchio fabbricato dell’Ospedale stesso, che corrispondeva alla parte alta dell’ex Chiesa del convento di Sant’Antonio dei Padri Agostiniani. Furono anni difficili, contraddistinti da brucianti e amare delusioni, dovuti alla scarsa sensibilità delle amministrazioni.

L’organico di allora era composto, oltre dal prof. Giovanni Rossi, da un altro medico, il dottor Bruno Castellani, da un tecnico e da una suora. Anche da Thiene si riscontravano positive adesioni di Donatori al Centro Sangue di Vicenza.

Si dovevano in quel periodo far conoscere all’opinione pubblica le nuove tecniche chirurgiche e le necessità contingenti; di conseguenza divenne necessario unire tutti i Gruppi che agivano autonomamente nella provincia e finalmente, l’atto ufficiale della fondazione fu firmato nel 1959.

Sulla spinta e l’entusiasmo di questi pionieri, altri se ne aggiunsero altri dall’Alto e Basso Vicentino, da località quali Marostica e la Valle del Chiampo, dando grande impulso a questa attività con la nascita dei Gruppi A.DO.SAV. in tutto il territorio della nostra Provincia.

Tutti collaborarono con i vari Centri di raccolta sangue di riferimento.

Nominare i molti protagonisti sarebbe arduo e di sicuro si rischierebbe di dimenticarne qualcuno; pertanto li accomuniamo tutti in un sincero ed affettuoso grazie per la loro dedizione.

Chiuppano

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio