Provincia

Politiche giovanili, verso un coordinamento provinciale con il progetto “Attivate.Vi”

Vicenza, Dueville e Sossano insieme per il progetto “Attivate.Vi” del distretto Est dell’Aulss 8 Berica

“Attivate.Vi” è il nuovo Piano di intervento in materia di politiche giovanili. Finanziato dalla Regione Veneto che coinvolgerà più di 10.000 giovani dagli 11 ai 35 anni del distretto est dell’Aulss8 Berica.

Il progetto, elaborato dal Comune di Vicenza, nel ruolo di capofila, con i Comuni di Sossano e Dueville, è stato presentato oggi dall’assessore alle politiche giovanili Leonardo Nicolai e dal vicesindaco e assessore alle politiche giovanili di Dueville Elena Lionzo.

L’assessore alle politiche giovanili Comune di Vicenza Nicolai

“Il Piano di intervento in materia di politiche giovanili “Attivate.Vi” ci consentirà di creare una connessione tra i Comuni dell’Aulss8 Berica. Un piano per promuovere in sinergia le attività a favore dei giovani – ha dichiarato l’assessore -. La conferenza dei sindaci ha assegnato il ruolo di capofila al Comune di Vicenza che ha lavorato con Dueville e Sossano. Hanno lavorato per elaborare una proposta progettuale unica da estendere alla popolazione giovanile del territorio. L’idea, ora, è quella di realizzare un coordinamento provinciale per elaborare attività e strategie comuni che possano interessare l’intera platea giovanile.

Quest’anno abbiamo compreso che sono necessari più fondi per mettere in pratica una progettualità di qualità. Progettualità che coinvolga quanti più giovani possibile. Ancor più dopo la pandemia investire nel benessere degli adolescenti è un tema centrale e che merita una particolare attenzione e non può lasciarci indifferenti. L’impegno di Dueville e Sossano dimostra come le politiche giovanili non siano più esclusiva responsabilità del capoluogo, ma meritano di essere attuate in sinergia per una migliore efficacia e pervasività”.

Il vicesindaco e assessore di Dueville Elena Lionzo

“Il Comune di Dueville finanzia da molti anni interventi di politica giovanile dando identità ad un luogo (denominato DadoGiallo). Dedicato alla formazione dei giovani, allo studio, alla musica e al loro orientamento scolastico e professionale. – Questo è intervenuto il vicesindaco e assessore alle politiche giovanili di Dueville Elena Lionzo -. Il territorio è frequentato da giovani provenienti anche dai comuni contermini.

Oggi servono interventi stabili e capillari in cui i giovani possano trovare reali punti di riferimento. Servono luoghi riconosciuti in cui la figura dell’educatore socio-educativo (youth worker) possa ascoltare le necessità dei giovani. Ma anche accompagnarli favorendo e facilitando esperienze e percorsi di cittadinanza attiva nei quali il giovane possa scoprire le proprie abilità, competenze e propensioni.

Ringrazio Leonardo Nicolai, nuovo assessore alle politiche giovanili del Comune di Vicenza, per aver pensato da subito ad un coordinamento provinciale. Sono certa che possa diventare un luogo strategico per co-costruire buone prassi di intervento. Oltre a nuove attenzioni a questa fascia d’età oggi particolarmente fragile ma anche ricca di potenzialità”.

Il sindaco di Sossano Grandis

“Gli adolescenti e i giovani del basso vicentino hanno dato prova di apprezzare e cogliere il valore di iniziative di politica giovanile. Iniziative sviluppate finalmente anche nel loro territorio di appartenenza, aderendo in modo convinto in questi ultimi due anni ai progetti che come Comune abbiamo avviato in partenariato con i comuni limitrofi di Agugliaro, Albettone, Campiglia dei Berici, Orgiano e Villaga – ha commentato il sindaco di Sossano Enrico Grandis -.

L’auspicio è che con l’attivazione di un coordinamento provinciale come proposto dall’assessore Nicolai, le peculiarità giovanili di questa area possano trovare nuova e piena legittimazione a partire dalle istanze dei ragazzi stessi. Il nuovo intervento “Cresco”, che andremo ad attivare nell’ambito del Piano “Attivate.VI”, – conclude il sindaco Grandis – è stato suggerito proprio da un gruppo informale di adolescenti e giovani di questi comuni e gode, oltre che della collaborazione di associazioni locali, anche dell’apporto di una rete di partner ampia e sovracomunale a partire dai due principali istituti di istruzione superiore di riferimento dell’area berica, il Masotto e il Trentin, fino all’Università di Padova e ad associazioni di respiro nazionale come “Libera associazioni nomi e numeri contro le mafie” e “Legambiente”, a testimonianza di uno sforzo per sdoganare e aprire anche qui percorsi che in altri territori sono già consolidati.”

Finanziamento regionale per il 2023/2024

“Attivate.Vi”, con il finanziamento regionale di 115.280 euro per il 2023-24, integra le progettualità degli anni precedenti con azioni specifiche pensate dai Comuni di Vicenza, Sossano e Dueville e che coinvolgeranno in tutti i Comuni del distretto est dell’Aulss 8 Berica.

Uno degli interventi interesserà alcune delle scuole secondarie di primo e di secondo grado del distretto est dell’Aulss8.

Il secondo intervento prevede la formazione di giovani attraverso attività svolte nel centro di aggregazione del Comune di Dueville (Dado Giallo).

Il terzo intervento punta ad ampliare i mezzi, le possibilità e le relazioni offerte ai giovani al fine di ridurre la quota di NEET (Not in Education, Employment or Training), ragazzi non occupati né inseriti in un percorso di istruzione o di formazione.

L’ultimo intervento, “Cresco”, di cui è capofila il Comune di Sossano, promuove azioni mirate a migliorare la vivibilità del territorio del basso vicentino a favore di giovani e adolescenti attraverso lo sviluppo di nuove opportunità educative, sociali e culturali.

Il piano dovrà essere vagliato dalla Regione del Veneto per essere poi attivato entro la fine dell’anno.

Fonte: Comune di Vicenza – Ufficio Stampa

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio