ChiampoProvincia

Nasce l’Unione Montana Prealpi Vicentine – Val Chiampo

Si è svolto il 19 luglio il primo Consiglio della neonata Unione Montana Prealpi Vicentine.

Presieduto dal Sindaco più anziano,

Omar Loris Trevisan Sindaco di Altissimo si è celebrato l’insediamento dei consiglieri eletti nei vari consigli comunali dei comuni componenti oltre ai Sindaci.

Dopo  la liquidazione e chiusura della Comunità Montana Agno Chiampo, i comuni sono convenuti nel dare il via ad un più moderno ed operativo ente quale appunto l’Unione Montana.

Chiampo, Altissimo, Crespadoro, San Pietro Mussolino e Nogarole Vicentino si sono così “uniti” con lo scopo di avviare un processo di unificazione di alcune funzioni pubbliche, prima fra queste la Protezione Civile.

La volontà delle amministrazioni comunali è proprio quella di avviare un percorso di miglioramento dei servizi erogati ai cittadini, di avere personale più specializzato nelle varie materie ed aumentare quindi l’efficienza di tutta la macchina amministrativa la quale, man mano che passano gli anni, risulta essere sempre più complessa e bisognosa di tecnici esperti.

Inoltre, altro obiettivo importante, è quello di  intercettare i vari contributi regionali ed europei che sempre più privilegiano le unioni dei comuni anzichè i singoli.

Nel corso del primo consiglio è stato eletto alla carica di Presidente dell’Unione il Sindaco di San Pietro Mussolino Gabriele Tasso che avrà il compito di gettare le basi per dare il via a questo nuovo ente. Tasso, il Presidente, ha subito comunicato che vorrà al suo fianco come Vice Presidente il Sindaco di Crespadoro Elisa Maria Ferrari.

Commentano cosi i Sindaci.

Filippo Negro, neo eletto Sindaco del comune di Chiampo: il comune di Chiampo essendo superiore ai 5.000 abitanti non era obbligato ad aderire. Lo abbiamo fatto perchè crediamo fortemente che sia importante unire le forze tra comuni nelle aree omogenee mettendo anche a disposizione il municipio come sede.

Romina Bauce, Sindaco di Nogarole Vicentino: i nostri piccoli comuni di montagna oramai non riescono a star dietro a tutti gli adempimenti, abbiamo bisogno di unire le forze per il bene dei nostri cittadini. Abbiamo lavorato su questo progetto da tanti anni, finalmente ci siamo.

Elisa Maria Ferrari, Sindaco di Crespadoro: il nostro è il comune più montano di tutti, abbracciando la Lessinia fino ad arrivare al confine con Trento. Crediamo che le nostre realtà abbiano bisogno di un ente superiore che possa dare una volta concreta alla valorizzazione del patrimonio turistico e naturale dei nostri comuni.

Omar Loris Trevisan aggiunge: questa unione montana è la prova concreta di come si sia instaurata una proficua collaborazione tra amministrazioni con l’obiettivo comune di lavorare al servizio di tutta la comunità dell’altavalle.

Conclude Gabriele Tasso,

Sindaco di San Pietro Mussolino nonchè neoeletto presidente: nel ringraziare per la fiducia tutti i consiglieri che mi hanno voluto a presiedere l’Unione, sono certo che non sarà un consiglio fatto di maggioranza e minoranze ma un gruppo di lavoro appassionato e carico di energie da mettere in campo per i nostri cittadini.

La valle del Chiampo ha potenziali altissimi che noi amministratori pubblici dobbiamo coltivare, sostenere e supportare. L’Unione Montana Prealpi Vicentine – Val Chiampo, che conta circa 20.000 abitanti, vuole essere una realtà che giorno per giorno incrementa le proprie finalità al fine di amalgamare sempre più servizi al cittadino, sfruttare economie di scala e dare sempre più efficienza a famiglie ed aziende.

Il Comune di San Pietro Mussolino

si aggiudica un bando per la videosorveglianza

È con grande soddisfazione che comunichiamo di aver vinto il bando ministeriale di finanziamento per la videosorveglianza a San Pietro Mussolino.

Nell’autunno 2022, quando venne pubblicato dal Ministero degli Interni il bando per finanziare opere di incremento della sicurezza urbana, immediatamente ci siamo attivati con i progettisti per chiedere un contributo.

L’amministrazione comunale ha concentrato le attenzioni sull’installazione di 2 targa system e di 15 telecamere di videosorveglianza. Commenta il Sindaco: “in seguito ad alcuni furti avvenuti immediatamente dopo la fine della pandemia, abbiamo deciso di intervenire con fermezza per agevolare le Forze dell’Ordine nel controllo del territorio.

Ecco che confrontatici con i comuni vicini,

al fine di evitare accavallamenti di investimenti nelle zone di confine, abbiamo progettato con dei tecnici specializzati una rete di telecamere che potesse creare una maglia chiusa di ingressi e uscite dal paese, anche attraverso le contrade più isolate.

Non solo furti, ma anche gli abbandoni di rifiuti sono nel nostro mirino. Una rete di strumenti che saranno messe a disposizione della Polizia locale e delle altre FFOO per dare una svolta ai controlli del territorio portando nuovi occhi sulle nostre strade.

L’investimento è di 70.000 € totali comprensivi di software, hardware, alimentazione del sistema, installazione e tutto il necessario per metterlo in funzione.

Vista la posizione baricentrica di San Pietro Mussolino nella Valle del Chiampo, sono certo che trarranno beneficio anche tutti gli altri comuni.”

Su richiesta del Sindaco di San Pietro Mussolino, Gabriele Tasso (foto in copertina)

Giulio Centomo – Freelance

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio