Provincia

Musei a cielo aperto 2021

Ritorna “Musei a cielo aperto 2021” con tante novità

Una estate calda e ricca di occasioni all’aperto e all’insegna della scoperta del territorio vicentino. Dopo la chiusura forzata, i musei riaprono ma “a cielo aperto”!
Vi siete mai chiesti da dove proviene il ricco patrimonio conservato all’interno di Musei Altovicentino?
Sono testimonianze che non arrivano da lontano, ma sono beni e reperti che provengono dai dintorni e infatti raccontano le storie dei luoghi in cui i musei hanno sede.
Per questo basta una passeggiata per fare un salto nel tempo e ritrovarci in epoche triassiche, oppure scoprirci esploratori e avventurarci per sentieri abitati da piante o animali, che pensavamo di conoscere e che invece sapranno sorprenderci grazie alla nostra guida che ci svelerà i loro segreti.

“Musei Altovicentino è un progetto di rete tra musei, ma soprattutto tra comuni, che intendono valorizzare il loro patrimonio culturale – dice Silvia Berlato, presidente di Musei Altovicentino e assessore alla Cultura del Comune di Malo – Questa iniziativa ribadisce la volontà di lavorare per il territorio, senza fermarsi alle singole particolarità, ma mettendo a sistema ciò che di più bello abbiamo e che è capace di incuriosire e attrarre.”
“I musei, i loro ricercatori e le guide naturalistiche – continua Ivana De Toni, coordinatrice di Musei Altovicentino – ci racconteranno una storia che inizia 300 milioni d’anni fa, ci porteranno a scoprire i segreti che questo territorio custodisce e ci insegneranno a leggerlo come fosse un libro, dal passato fino ai giorni nostri”.
La nuova edizione di “Musei a cielo aperto 2021” è tutta dedicata alla scoperta dei tesori naturalistici di questo territorio, un territorio che ha davvero molte cose interessanti da raccontare.
Partecipando alle 10 passeggiate proposte ci sarà la possibilità di ricostruire il filo sottile che lega il passato al presente, che racconta l’evoluzione di questa terra: da quando qui si estendeva un mare tropicale con i primi abitanti, di cui ora conserviamo le forme fossili o altre tracce della loro presenza, la formazione delle rocce, che hanno dato vita a minerali di rara bellezza e preziosità, sfruttati da cavatori e minatori, ma anche oggetto di studio e interesse per la loro rarità; c’è poi il fenomeno del carsismo, che ha creato grotte suggestive, che sono state abitate, in alcuni casi, ma soprattutto esplorate come luoghi in cui studiare forme di vita capaci di adattarsi a condizioni molto diverse dalle nostre. Guardare quindi all’ambiente naturale che ci circonda, che abitiamo, ma farlo dalla parte delle piante e degli animali, scoprendo i segreti della natura e attivando comportamenti consapevoli: scoprire come delle piante apparentemente fragili in realtà siano capaci di frantumare la roccia e di mettere proprio lì le loro radici, e di come radici imponenti di alberi secolari offrano la loro ombra a noi come agli uomini che percorrevano quelle alture con le greggi, infine portarci a riflettere su come piccoli gesti possono portare a grandi cambiamenti quando prestiamo attenzione a tutto ciò che non è umano, come quando favoriamo la presenza delle api.

Altra novità di quest’anno è il contest fotografico per l’estate ospitato su Instagram con poche e semplici regole per partecipare. Vogliamo raccogliere le immagini scattate dai partecipanti per poi pubblicarle sicuramente in digitale, ma anche in formato cartaceo, dando forma a una sorta di diario di viaggio che rievocherà le passeggiate proposte con spazio per le annotazioni personali.
Regolamento del contest fotografico dell’estate:
1. Iscriviti e partecipa all’evento
2. CLICK!? Cattura in una foto l’ evento a cui partecipi e postalo sul tuo profilo
3. OCCHIO ALLO SCATTO!? Cosa lo rende unico?? Dicci con un commento perché
dovremmo scegliere il tuo e contribuisci anche tu a votare il migliore di tutti con un
sondaggio, che partirà nei prossimi giorni (segui
@MUSEODIGITALE_ALTOVICENTINO).
Il più votato verrà pubblicato sul nostro Diario di Viaggio
4. METTI A FUOCO!? Scegli la tua #PAROLACHIAVE, aggiungi
#MUSEIALTOVI2021, #NOMEEVENTO e aiutaci a crescere con
#MUSEIACIELOAPERTO, senza dimenticare di taggarci
@MUSEODIGITALE_ALTOVICENTINO
5. OBBIETTIVO SCOPERTA: Il contributo di tutti è importante per conoscere, valorizzare e promuovere le bellezze naturalistiche del vicentino, partecipa anche tu. Ogni settimana pubblicheremo un album con tutte le immagini che ci avete inviato.
I comuni che ospiteranno le passeggiate naturalistiche sono:
Valdagno, Montecchio Maggiore, Monte di Malo, Schio, Asiago (con due musei e due tappe), Valbrenta, Lusiana Conco, Recoaro Terme e Tonezza del Cimone, con un calendario che va dal 27 giugno al 26 settembre.
Ogni passeggiata sarà condotta da una guida esperta che illustrerà gli aspetti più interessanti dell’ambiente circostante e della sua evoluzione con uno sguardo al passato ma con tanta attenzione al presente perché conoscere l’evoluzione del territorio ci permette di assumere anche atteggiamenti più consapevoli e sostenibili, aiutandoci a comprendere l’importanza di stili di vita rispettosi di ciò che ci circonda.

Questo il calendario con le passeggiate in programma (i dettagli di ogni evento sono pubblicati sul sito e attraverso i canali social):
27 giugno Valdagno – Le rocce raccontano di terremoti, eruzioni vulcaniche e grandi rettili
4 luglio Montecchio Maggiore – Da atollo tropicale a monte vulcanico. Biodiversità tra passato e presente
11 luglio Monte di Malo – La vita nascosta nella roccia di un mare scomparso. Paleo mattinata tra le colline del Priaboniano
18 luglio Schio – Minerali e miniere: alla scoperta della ricchezza nascosta delle nostre montagne
25 luglio Asiago – L’acqua e l’altopiano carsico dei Sette Comuni.
1 agosto Valbrenta – Acque sotterranee: grotte, laghi, fiumi e zattere per navigarli
8 agosto Lusiana Conco – Fioriture e curiosità nel giardino alpino Dario Broglio
5 settembre Asiago – Il bosco si risveglia: escursione all’alba nei boschi dell’Altopiano di Asiago
12 settembre Recoaro Terme – L’altopiano delle Montagnole con i suoi pascoli e i grandi alberi
26 settembre Tonezza del Cimone – Tonezza, il giardino delle api

Info: Ivana De Toni | Ufficio Musei Altovicentino / t. 0445 580459 | info@museialtovicentino.it
35 MUSEI – 17 COMUNI – 1 UFF ICIO

Seguici su sito Musei Altovicentino.it/eventi
Facebook @museialtovicentino
Instagram @museodigitale_altovicentino
Youtube “Musei Altovicnetino” con i video inviti della playlist “Guide Museali”

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Verified by MonsterInsights