MaloProvincia

Malo: potrebbe essere sospeso il servizio di trasporto per disabili, malati e anziani

A Malo potrebbe essere sospeso il servizio dei due veicoli adibiti al trasporto di persone anziane, malate, disabili o con problemi di deambulazione, usato anche dalle associazioni locali, da lunedì potrebbero rimanere in garage a titolo precauzionale.

Nella serata di ieri è giunta al sindaco Moreno Marsetti e ad altri amministratori e funzionari municipali un’istanza urgente di Report, Associazione europea per l’Informazione e i diritti, che ha sede a Roma che chiede di verificare se è stata pagata l’imposta pubblicitaria sui mezzi in dotazione tramite comodato d’uso, altrimenti sono multe e fermo.

A Malo sono due, un Doblò e un Van 9 posti

Due mezzi adibiti a servizi di carattere sociale e affidati al Comune da due ditte distinte che li hanno acquistati vendendo appunto spazi pubblicitari. L’istanza è stata inviata anche al comando di polizia locale e alla stazione dei carabinieri per le opportune verifiche. Mezzi di questo tipo sono in dotazione a numerosi enti locali vicentini, e quindi è prevedibile una ripercussione a catena dell’istanza stessa.

<I mezzi sponsorizzati servono per vari utilizzi – conferma il sindaco Moreno Marsetti. – Si va dal servizio di trasporto degli anziani verso strutture sanitarie, centri diurni e spostamenti dalle frazioni verso il mercato del martedì, al trasporto di malati. Non sono di nostra proprietà ma vengono utilizzati per le necessità della comunità. A questo punto dovremo tenere fermi quelli con sponsor in attesa che vi siano chiarimenti in merito. Ma anche se non dovremo rispondere di eventuali sanzioni, il danno per Malo sarà enorme>.

Nel dettaglio

Nella fattispecie è guidato settimanalmente da 5 autisti il mezzo Ford 9 posti (dal lunedì al venerdì) che si occupano del servizio di trasporto di n. 6/7 persone verso i centri diurni di Schio, Marano Vicentino, Santorso. Il martedì mattina, inoltre, l’autista di occupa del trasporto di 5/7 persone residenti nelle frazioni (non automunite) per dare la possibilità di recarsi al mercato settimanale. Viene inoltre utilizzato due pomeriggi alla settimana per trasporto pomeridiano di anziani presso il Centro San Nicola e Davide e Golia di Malo (trasporto del quale si occupano altri due volontari che non effettuano il servizio la mattina).

Nel 2022

Il mezzo nel 2022 è stato utilizzato per 19 trasporti per terapie mediche e visite di persone non deambulanti. E’ stato inoltre utilizzato per n. 21 trasporti per gite di gruppo di persone diversamente abili. O per il trasporto dell’atleta Alex Cazzola per le competizioni sportive.

Nel 2023

Il mezzo nel 2023 è stato utilizzato n. 6 trasporti per terapie mediche e visite di persone non deambulanti. E’ stato inoltre utilizzato per n. 3 trasporti per gite di gruppo di persone diversamente abili o per il trasporto dell’atleta Alex Cazzola per le competizioni sportive.

Doblò

Il mezzo Doblò viene utilizzato quotidianamente dalle assistenti domiciliari per il trasporto a scuola di bambini e ragazzi diversamente abili. E per la consegna dei pasti a domicilio per gli anziani in difficoltà del territorio comunale.

Viene inoltre utilizzato due volte alla settimana per il trasporto pomeridiano di un’anziana per terapie mediche. Nel 2022 il mezzo è stato, inoltre, utilizzato per 23 trasporti per terapie mediche e visite di persone non deambulanti. Nel 2023 il mezzo è stato utilizzato 4 trasporti per terapie mediche e visite di persone non deambulanti. E’ stato inoltre utilizzato per n. 2 trasporti per gite di gruppo di persone diversamente abili. O per il trasporto dell’atleta Alex Cazzola per le competizioni sportive.

Il primo mezzo era stato preso in servizio dalla precedente amministrazione, il secondo dall’attuale. <Il servizio è essenziale ed è un fiore all’occhiello delle nostre politiche sociali – ammette l’assessore Federico Spillare. – Lo abbiamo potenziato coinvolgendo 20 volontari. Attendiamo chiarimenti in merito ma il danno che si prospetta per la comunità è evidente e si ripercuoterà sulle categorie più fragili>.

Il sindaco ha già allertato il parlamentare del territorio, Erik Pretto, che si è mosso, com’egli stesso ci conferma. <Marsetti mi ha segnalato il problema – precisa Pretto – che porterò all’attenzione della commissione trasporti della Camera, affinché possa essere affrontato in tutte le sue sfaccettature>.

Marsetti: l’ennesimo colpo basso

Il sindaco Marsetti è convinto di una cosa: <Questo è l’ennesimo colpo basso di stampo politico che fa seguito a tutta una serie di segnalazioni anonime. in questo caso inviate all’associazione romana, che intendono colpire me e gli altri componenti della giunta. Ma che finiscono solo con il danneggiare l’intera comunità. Lo segnalerò al Prefetto e allo stesso tempo farò di tutto per dare un nome a chi sta dietro a queste squallide manovre>.

L’ultima segnalazione anonima

E si riferisce anche all’ultima segnalazione anonima di presunte strutture abusive. Presenti nelle proprietà e attività di sindaco e vicesindaco, giunta, al comando di polizia locale e Arpav provinciale, che ha fatto scattare i controlli  risultati negativi. Nessun abuso edilizio evidenziato. In passato Moreno Marsetti, durante la campagna elettorale, era già stato oggetto di segnalazioni anonime relative alla sua attività ma anche ai suoi presunti spostamenti sospetti in fuoristrada, mezzo che non ha mai posseduto. I delatori in paese non mancano e la sua vittoria alle amministrative del 2020 non sembra averli silenziati.

Segnalazioni anonime anche in merito alle affissioni di srtiscioni e pubblicità

Segnalazioni anonime continuano a pervenire anche in ordine all’affissione di striscioni e pubblicità, segnalazioni che comportano un continuo controllo da parte del personale di Polizia Locale. <Le denunce anonime sono già vergognose per come vengono fatte – afferma il sindaco Marsetti. – Se poi risultano false, come in questo caso, dimostrano che gli ignoti estensori non solo non hanno a cuore il loro paese ma fanno di tutto per ostacolarne lo sviluppo, spargendo odio a man basse>.

Altre segnalazioni anonime riguardano alcuni familiari degli amministratori per questioni legate al possesso di animali da affezione come i box dei cani. O il recinto per il pollame, persino un laghetto per le carpe. <Si tratta di attacchi politici, questo è ormai palese. Ma ci tuteleremo in ogni sede e siamo pronti a stanare e denunciare questi anonimi delatori. Stiamo vagliando alcune interessanti testimonianze a proposito>.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Malo

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio