MaloProvincia

Malo: alluvione di maggio, appello del Sindaco per risposte e risarcimenti

Le bombe d’acqua del 15, 16 e 31 maggio scorsi hanno provocato ingenti danni al patrimonio pubblico e privato del territorio maladense. Dissesti, frane, erosioni, torrenti che tracimano e che travolgono due ponti a Malo, abitazioni allagate.

EVENTI ALLUVIONALI DI MAGGIO

IL SINDACO SI APPELLA A STATO, REGIONE E PROVINCIA PER AVERE RISPOSTE SUI RISARCIMENTI

<Da una prima, sommaria stima i danni ammontano ad diversi milioni di euro – afferma il sindaco Moreno Marsetti . – Al momento non abbiamo tuttavia, noi amministratori dei territori colpiti dal maltempo, aggiornamenti in merito allo stato di calamità e alle misure di ristoro quando è passato più di un mese dagli eventi atmosferici.

Per questo ho scritto al presidente del Consiglio Giorgia Meloni e ai vertici degli enti regionali e provinciali per chiedere informazioni in merito.

Al presidente della Provincia , nel segnalargli lo stato della situazione, ho poi chiesto la convocazione di un tavolo fra i sindaci interessati per discutere e approfondire la tematica e affrontare questa emergenza>.

Allegati trovate i due documenti inviati dal Sindaco:

In copertina la foto del “ponte delle galline”, travolto dalla piena del 15 maggio.

Malo, 26 giugno 2024

Responsabile dei Servizi al Cittadino
Via San Bernardino, 4
Comune di Malo

Fonte https://www.sentiericulturali.eu/

Titolo:Corsi d’acqua superficiali nel Comune di Malo: Livergon, Bressana, Rana, Gadola, Proa
Autori:Colbacchini Igino
Volume:Sentieri Culturali 2
Anno:2002
Pagine:29 – 59
Argomenti:Ambiente, Geografia, Storia Contemporanea
Abstract:Dopo un’iniziale analisi della genesi geomorfologica del territorio di Malo, lo studio indaga la rete idrografica locale, in particolare il torrente Livergón, di cui viene descritto il corso, la vita e le attività che lungo esso si svolgevano in passato. Da una cartografia del 1738, della quale sono evidenziati i puntuali riferimenti topografici, si desume il cambiamento del corso avvenuto nel 1496. Uno specifico approfondimento illustra i sette ponti che attraversano l’alveo del torrente: Ponte del Castello, Ponte degli Alpini, Ponte delle galline, Ponte di Valentino, Ponte del Montécio, Ponte delle Case e Ponte di San Tomio;prosegue poi con la descrizione degli argini, con l’analisi chimica e batteriologica delle acque e con un cenno all’acquedotto maladense del Castello, ultimato nel 1912. L’indagine idrografica dell’area prosegue poi con l’analisi del bacino del rio Bressana e del torrente Rana, affluente di destra del Livergón, con i mulini in esso attivi, e del torrente Proa, affluente di sinistra, anche attraverso la lettura di cartografie settecentesche. Una descrizione idrologica del territorio di fine Ottocento, che subì rilevanti ripercussioni a seguito della disastrosa alluvione del 1882, completa il lavoro.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio