Provincia

La Serenissima Agno Chiampo APS: eletto il nuovo direttivo

Eletto presidente Enrico Pozza, affiancato dai vice Giuseppe Ceccato e Emanuela Perin: «Saremo un punto di appoggio per le Pro Loco, in un contesto sempre più complesso» – La Serenissima Agno Chiampo.

Fare rete tra le Pro Loco della zona, per promuovere il territorio delle “Valli delle Meraviglie”. È l’obiettivo del nuovo Direttivo de La Serenissima Agno Chiampo APS, il Consorzio che riunisce ben 18 Pro Loco dell’Ovest Vicentino.

La carica di presidente è stata assunta da Enrico Pozza, per otto anni alla guida della Pro Loco di Sovizzo, affiancato da due vicepresidenti: si tratta di Giuseppe Ceccato, ex presidente della Pro Loco di Alte e Montecchio Maggiore, con un passato da senatore della Repubblica e da sindaco della città castellana, e di Emanuela Perin, da tempo presidente della Pro Loco di Valdagno.

Nell’organico sono presenti, inoltre, la segretaria Renata Astegno, della Pro Loco di Chiampo, esperta in ambito fiscale e amministrativo, come pure Giuseppina Girardello, per molti anni promotrice con il gruppo di Creazzo della rinomata sagra del Broccolo Fiolaro.

Infine, completano la squadra i geometri Tolmino Gobetti e Antonio Rancan, professionisti, entrambi esperti in ambito Suap.

Enrico Pozza

«La compagine è composta da validissimi esperti – il commento del presidente Pozza -, i quali hanno già accumulato molta esperienza nel mondo del volontariato delle Pro Loco. Il nuovo Direttivo avrà il compito di fornire il più possibile consulenza ed aiuto in tutti gli aspetti burocratici inerenti alla vita delle pro loco, attraverso corsi di formazione in ambito sicurezza e fiscale: ci proponiamo come punto d’appoggio in un contesto normativo sempre più complesso».

Fondato il 19 luglio 1980, il Consorzio La Serenissima Agno Chiampo riunisce le Pro Loco di Altavilla, Alte e Montecchio Maggiore, Brogliano, Chiampo, Cornedo Vicentino, Creazzo, Crespadoro, Gambellara, Montebello, Montorso, Nogarole, Recoaro, San Pietro Mussolino, Sovizzo, Tavernelle, Trissino, Valdagno e Zermeghedo.

La Serenissima opera in un territorio di più di 170.000 abitanti, e nel corso del 2023 ha raggiunto l’importante traguardo di più di 2.000 soci, rappresentando il nucleo più importante di tesserati in ambito provinciale. Le Pro Loco del Consorzio sono operative in un’area che parte delle Piccole Dolomiti fino ad arrivare alle valli di confine e a sud con Gambellara.

Si tratta di un territorio ricco di eccellenze, sia in termini di prodotti tipici locali che di bellezze naturali e artistiche: si distinguono per la loro importante valenza storica i castelli di Montecchio Maggiore, la grande storia industriale di Valdagno e gli scenari della grande guerra, solo per citare alcuni esempi.

Continua Pozza

«Amiamichiamare queste due valli le “Valli delle Meraviglie” – spiega il presidente Pozza -, perché possiedono tra le migliori perle artistiche e paesaggistiche della provincia di Vicenza. Proprio per queste caratteristiche il compito principe del Consorzio è quello di aiutare a valorizzare ancor di più queste bellezze, per attrarre sempre di più turisti.

Le Pro Loco sono una risorsa importantissima e indispensabile non solo per il tessuto sociale, ma anche per quello economico, e contribuiscono a un forte indotto a favore di tutte le realtà commerciali dell’ambito turistico e agroalimentare».

Montecchio Maggiore, 25-06-2024

Fonte Enrico Pozza Presidente

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio