Provincia

Grazie, vescovo Beniamino! il saluto e il ringraziamento a mons. Pizziol

Sabato 3 dicembre, nella felice coincidenza del 50simo anniversario della sua ordinazione presbiterale (avvenuta nella Basilica di San Marco il 3 dicembre 1972 per mano dell’allora patriarca di Venezia Albino Luciani) la diocesi di Vicenza saluterà e ringrazierà il vescovo Beniamino Pizziol, giunto al termine del suo servizio episcopale.

L’appuntamento è alle ore 10 in Cattedrale per una Santa Messa solenne

a cui sono invitati tutti i sacerdoti e i diaconi della diocesi, il consiglio pastorale diocesano, le rappresentanze dei religiosi, delle religiose e delle diverse associazioni cattoliche, movimenti e realtà ecclesiali del nostro territorio.

Mons. Pizziol,

che ha guidato la diocesi di Vicenza per quasi 12 anni (da giugno 2011), ha compiuto 75 anni lo scorso 15 giugno e il Santo Padre ha accolto le sue dimissioni per sopraggiunti limiti di età, nominando in settembre come suo successore mons. Giuliano Brugnotto (della diocesi di Treviso) che sarà ordinato vescovo e inizierà il suo ministero episcopale a Vicenza domenica 11 dicembre.

La celebrazione di sabato 3 dicembre, improntata alla sobrietà che ha caratterizzato tutto l’episcopato di mons. Pizziol, sarà trasmessa in diretta da Radio Oreb (fm 90.20; radioreb.org), sul canale YouTube della Diocesi e da TVA Vicenza, preceduta da un breve speciale di Voce e Parola dedicato al Vescovo uscente.

Dopo la celebrazione in Cattedrale,

il ringraziamento al vescovo Beniamino continuerà con un momento conviviale al Centro Diocesano Onisto in Borgo Santa Lucia. La Diocesi ha fatto dono a mons. Pizziol della collana completa dei Lezionari liturgici e dell’Evangeliario (i libri che contengono i passi della Scrittura che vengono proclamati nella liturgia nei diversi tempi liturgici).

A questo dono hanno contribuito tutte le comunità delle zone pastorali in cui la diocesi è suddivisa e che il Vescovo ha voluto e incontrare e salutare in una serie di assemblee sul territorio svoltesi negli ultimi due mesi.

Mons. Pizziol ha espresso il desiderio di non ricevere altri doni in occasione del suo saluto alla diocesi.

Invita piuttosto quanti avessero pensato ad un segno di amicizia nei suoi confronti, a destinare un’offerta a Caritas diocesana vicentina per sostenere il fondo destinato ai Sostegni di vicinanza a favore di famiglie in difficoltà economica.

Dalla prossima settimana il vescovo Beniamino risiederà a Villa Vescova a Brendola,

come già fece il suo predecessore mons. Nonis. Oggi Villa Vescova è destinata principalmente alle attività del progetto Caritas “Coltivare la speranza: tessitori di lavoro, arte e legalità” (villavescova.it). Mons. Pizziol presterà servizio nell’Unità pastorale di Brendola e sarà disponibile per eventuali incarichi che il vescovo Giuliano vorrà affidargli.

La Voce dei Berici di questa settimana dedica uno speciale con diversi approfondimenti, testimonianze e immagini dell’episcopato di mons. Pizziol a Vicenza.

Diocesi di Vicenza

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio