Provincia

Confcommercio Vicenza: confronto tra imprese, Questore e Sindaco

Sicurezza: il 2 ottobre – Il presidente Nicola Piccolo: “È il momento di un dialogo diretto per capire le azioni intraprese dalle istituzioni e come gli operatori stanno vivendo la situazione” – Confcommercio Vicenza: confronto tra imprese, Questore e Sindaco

La comunicazione ufficiale

a tutte le aziende associate a Confcommercio Vicenza del Capoluogo è partita oggi: lunedì 2 ottobre alle ore 20.00, nella sede provinciale di via Faccio 38, il questore Paolo Sartori e il sindaco Giacomo Possamai incontreranno, con il presidente dell’Associazione Nicola Piccolo, le imprese del commercio, del turismo e dei servizi della città con un unico tema all’ordine del giorno: la sicurezza.

“I contatti c’erano già stati ad inizio estate e si sono intensificati negli ultimi giorni, anche a fronte dei recenti fatti di cronaca – spiega il presidente di Confcommercio Vicenza Nicola Piccolo, che ha voluto seguire personalmente l’iniziativa -.

Credo importante, soprattutto in questo momento, che ci sia la possibilità di un dialogo diretto tra operatori e istituzioni: da un lato per far capire, a chi ha la responsabilità sul fronte sicurezza, qual è oggi lo stato d’animo dei nostri imprenditori, come percepiscono la situazione che stiamo vivendo e quali sono le questioni aperte; e dall’altro per conoscere da Questore e Sindaco cosa si è fatto e si sta facendo: le azioni intraprese, le problematiche da affrontare e le soluzioni possibili per garantire la tranquillità di imprenditori, lavoratori e cittadini.

E poi c’è da capire come collaborare assieme per migliorare una situazione che sta avendo un’evoluzione preoccupante”.

Il tema sicurezza è da tempo

una delle priorità che Confcommercio Vicenza ha messo al centro della propria azione di tutela delle imprese: “Non si possono blindare negozi e pubblici esercizi perché è proprio sulla libertà di accesso, sulle porte aperte e, nel caso dei locali, sui tavolini all’aperto che si fonda la prosperità di queste attività – ribadisce il presidente Piccolo -.

Però deve essere chiaro che non si deve e non si può lavorare nella paura di essere vittime di atti criminali come quelli accaduti in questi giorni, o bersaglio di balordi che girano per la città. Chiaro – sottolinea il presidente di Confcommercio Vicenza –  che non si può evitare ogni singolo episodio, ma qui il tema è un altro: quello di una percezione di generalizzata insicurezza che sta prendendo piede e che rischia di diventare un deterrente a compiere le normali azioni quotidiane del fare la spesa o semplicemente di passeggiare in centro storico e nei quartieri.

Questo sarebbe un grave danno per la città.

Bisogna trovare presto un antidoto efficace a quanto sta accadendo – continua -, soprattutto perché si sta creando un clima di costante tensione che coinvolge titolari delle attività e loro collaboratori, preoccupati per l’incolumità personale, oltre che per l’integrità dei negozi e pubblici esercizi”.

E proprio di questo si parlerà nell’incontro del 2 ottobre con Questore e Sindaco: un confronto, moderato dal presidente Nicola Piccolo, che rientra nell’obiettivo di stringere ancor più la collaborazione tra operatori commerciali, Amministrazione e Forze dell’Ordine per una città più sicura, riportando la necessaria serenità che sembra essersi incrinata.

20 settembre 2023

IL DIRETTORE        (Ernesto Boschiero)

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio