ProvinciaRecoaro Terme

Comune di Recoaro Terme e Confcommercio

Comune di Recoaro Terme e Confcommercio
INSIEME PER LO SVILUPPO TURISTICO DEL TERRITORIO
Siglato un protocollo d’intesa per promuovere e valorizzare le risorse naturali, storiche e culturali

Recoaro Terme è uno dei luoghi simbolo del turismo in provincia di Vicenza, con una storia prestigiosa legata allo stabilimento termale, ora purtroppo chiuso, e un presente (e futuro) che guarda al patrimonio paesaggistico e naturalistico che circonda la cittadina, incastonata tra la verdeggiante Conca di Smeraldo e la corona delle Piccole Dolomiti, per conquistare gli appassionati della montagna e del turismo slow. In attesa, ovviamente, anche di un reale rilancio del compendio termale.
Recoaro Terme ha dunque ancora molto da dire sullo scenario turistico nazionale ed è proprio partendo da questa consapevolezza che l’Amministrazione Comunale e la Confcommercio provinciale di Vicenza, associazione che rappresenta il settore del terziario di mercato, hanno stretto una nuova sinergia siglando uno specifico “Protocollo d’Intesa per una valorizzazione della cultura e del turismo a Recoaro Terme”.
L’intesa è stata ufficializzata martedì 28 novembre, nella sede municipale, dal sindaco di Recoaro Terme Armando Cunegato e da Fiorenzo De Franceschi, presidente del Mandamento Confcommercio di Valdagno, presenti anche il presidente della locale Delegazione Confcommercio Maurizio Facchin e il consigliere delegato al Turismo Paolo Asnicar.
Il patto va a sancire una collaborazione tra le parti che prevede alcune specifiche azioni di promozione turistica del territorio. Lo strumento attraverso cui queste si realizzano è principalmente il web: alcune informazioni relative alle risorse naturali e storico culturali del territorio comunale saranno inserite nel portale EasyVi.it promosso e gestito da Confcommercio Vicenza (le schede già presenti saranno riviste e ampliate), in modo che con facilità ogni visitatore possa scoprire il territorio. EasyVi è il principale sito di promozione turistica del Vicentino.
Quattro le azioni inserite nel protocollo, tutte mirate a incrementare l’appeal turistico di Recoaro Terme. Con “Alla scoperta delle ricchezze storico-culturali”, si offrirà ai visitatori, collegandosi al portale EasyVi, una “mappatura” on line dei percorsi turistici, dei siti storico-culturali e dei monumenti, ma anche in prospettiva, delle attività commerciali, di ristorazione e dell’ospitalità disponibili sul territorio.
“Ogni valida azione finalizzata a promuovere e valorizzare Recoaro – afferma il sindaco Armando Cunegato – è per noi importante per rinnovare l’interesse turistico ed economico per il nostro territorio. L’ambiente che ci circonda già offre al visitatore tantissimo dal punto di vista della bellezza dell’ambiente e delle esperienze da fare sul territorio. Quello che auspichiamo è offrire sempre di più un turismo moderno anche nell’ospitalità, nei servizi e nella conservazione del centro storico. La collaborazione e la sinergia con gli operatori del territorio diventa pertanto strategica e imprescindibile.”
“Recoaro è un gioiello storico-naturalistico che in tanti già apprezzano, ma che merita di essere maggiormente salvaguardato e valorizzato – afferma Fiorenzo De Franceschi, presidente del mandamento Confcommercio di Valdagno -. Il protocollo d’intesa firmato oggi contribuirà a questo obiettivo, mettendo in rete, su un portale innovativo e completamente dedicato allo scopo, il patrimonio culturale, ambientale e storico di Recoaro e le informazioni utili al turista per programmare il suo soggiorno sul territorio, compresi i servizi di ristorazione , gli alloggi e i negozi. Promuovere un turismo più attento e sostenibile consentirà di allargare i benefici all’intera economia del territorio.”
Tra i siti storico-culturali di cui si potranno avere informazioni collegandosi al sito, solo per citarne alcuni, Palazzo del Municipio, il Centro Culturale Neri Pozza, la Chiesa arcipretale di S. Antonio Abate, il Museo Internazionale delle Impronte dei Grandi della Fisarmonica, il Bunker di Kesselring, la Galleria Albergo Savoia. Spazio anche ai siti naturalistici nei dintorni, tra i quali l’Ortogonale 1, l’Ecomuseo della Grande Guerra nelle Prealpi Vicentine e altro ancora. Un’altra azione prevista dal Protocollo si intitola “I sentieri” e intende valorizzare queste vie che percorrono il territorio anche attraverso l’illustrazione della flora e della fauna selvatiche presenti, per orientare cittadini e turisti a scoprire le bellezze naturali. Tra i sentieri che si potranno conoscere sul web attraverso il sito EasyVi, il Sentiero del Partigiano, l’Anello ecoturistico Piccole Dolomiti, il Sentiero dei Grandi Alberi, il Sentiero delle Mole.
Con “Recoaro Terme nel web”, ci si focalizzerà in particolare sulla comunicazione, sempre nel sito EasyVi, dei principali eventi, nonché le eventuali iniziative promosse da negozi e ristoranti (ad esempio serate a tema). Infine, il progetto “Segnaletica” mira a integrare il sistema di indicazione dei siti storico-culturali con un QR code che porterà i turisti direttamente sul sito EasyVi, dove potranno trovare tutte le informazioni utili sul territorio.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio