ProvinciaThiene

Castello di Thiene: pioggia o sole una meta unica per Pasqua

Pasqua e Pasquetta al coperto? Invito alla scoperta del quattrocentesco Castello di Thiene

Apertura straordinaria anche il 31 marzo e il 1° aprile dell’originale residenza del vicentino, unica in Italia, che intreccia in sé le caratteristiche di fortezza merlata, palazzo veneziano, fondaco e la classica dimora di campagna 

Occasione da non perdere nel weekend di Pasqua per visitare un edificio unico nel suo genere, passeggiando nel parco con il bel tempo – che stando ai meteorologi sembra una chimera per questo week-end lungo – o riparandosi dal maltempo tra le sale della grande dimora. Situata nel vicentino, intreccia armonicamente gli elementi architettonici tipici della fortezza, del palazzo veneziano con le tipiche pentafore, un fondaco (ovvero casa in gran parte adibita a magazzino per i commerci come il fondaco dei Turchi a Venezia) e una villa veneta: stiamo parlando del Castello di Thiene.

Castello di Thiene un’occasione imperdibile per tutta la famiglia

Domenica 31 marzo (Pasqua) e lunedì 1° Aprile (Pasquetta) sarà possibile vistare questa antica villa del ‘400 che per il suo particolare aspetto, nonché l’epoca di costruzione, è considerata uno spartiacque architettonico tra ciò che è stato prima di Palladio e ciò che è venuto dopo.

Mura merlate circondano l’edificio e sulla parte frontale due grandi torri caratterizzano la facciata. Al centro, un grande portico ripara quella che all’epoca era l’area dedicata ai commerci; mentre, subito sopra, spicca una pentafora – unica in tutto il Veneto – collocata per dare luce alla sfarzosa Galleria del piano nobile, che ospita dipinti a tema equestre.

Nel grande giardino, tutt’oggi curato senza l’utilizzo di alcuna sostanza chimica, sarà possibile passeggiare per poi scoprire le antiche scuderie. Realizzate nel diciottesimo secolo, sono un capolavoro dove le colonne in marmo rosso di Asiago e i putti in pietra delimitano gli stalli dei cavalli. Un pavimento dal disegno molto ricercato – esteticamente molto bello – in realtà serviva a facilitare il transito degli animali.

 Immergiti in un viaggio nel tempo

La visita permette di immergersi nell’atmosfera che caratterizzava la vita una famiglia nobiliare nella campagna quattrocentesca della Serenissima. Per farlo è utile avere con sé un telefono cellulare: una serie di QR code, infatti, guidano nella vista; inquadrandoli è possibile ascoltare l’audio descrizione della sala o del particolare luogo dove ci si è soffermati.

Infine, la location consente di trascorrere la giornata sia all’aperto sia al riparo da eventuale maltempo passeggiando nelle antiche sale.

Orario di apertura: dalle 10.00 alle 18.00 (sia sabato che domenica di Pasqua che lunedì di Pasquetta).

Biglietto: intero 10 euro; per ulteriori informazioni, gruppi e riduzioni vista www.castellodithiene.com

Castello di Thiene: pioggia o sole una meta unica per Pasqua

Castello di Thiene: pioggia o sole una meta unica per Pasqua

Castello di Thiene: pioggia o sole una meta unica per Pasqua

Thiene (VI), 30 marzo 2024

Fonte: Extra Lab Comunicazione

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio