Bassano e dintorni

Varchi: il problema è la chiusura del sovrappasso del Tosano

Cassola (VI), Varchi: «il vero problema è la chiusura del sovrappasso del Tosano»

«Le amministrazioni di Cassola e Romano pronte a qualsiasi azione per accelerare la riapertura»

«L’attivazione dei varchi risponde alle richieste dei residenti della zona, che lamentano gli accessi impropri di veicoli di grosse dimensioni lungo strade troppo strette, sulle quali già da tempo vige un divieto. Le difficoltà attuali dei camionisti sono però riconducibili al protrarsi del cantiere Anas, che crea il “corto circuito” segnalato dalle associazioni di categoria».

Così replica il sindaco di Cassola Aldo Maroso alle proteste della Confcommercio e di Confindustria contro il nuovo sistema di varchi elettronici attivato dal suo esecutivo lungo via Lughi e via del Rosario (in prossimità dell’imbocco della superstrada) per evitare il transito dei tir lungo dei tratti di strada non adatti al traffico pesante.

Le vie interessate dal provvedimento si trovano infatti a poca distanza dallo svincolo e dal sovrappasso di via Papa Giovanni Paolo II, che da oltre un anno ormai è chiuso a causa dei lavori avviati dall’Anas per la realizzazione della cosiddetta Bretella Est.

«Per venire a capo della questione stamattina, le polizie locali e le amministrazioni di Cassola e Romano hanno avuto un incontro operativo sul posto e hanno concordato di attivarsi, già da lunedì, per affrontare a muso duro l’Anas – annuncia il primo cittadino -. Anzitutto stenderemo a quattro mani una lettera in cui saranno evidenziate le criticità legate alla mancata riapertura del sovrappasso, esigendo una reale accelerazione dei tempi di ripristino. Contestualmente procederemo con qualsiasi altra azione dovesse rendersi necessaria per raggiungere questo obiettivo».

Cassola, 15 novembre 2023

Fonte: Comune di Cassola (VI) – Ufficio Stampa

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio