Altopiano dei 7 Comuni

Alta Via della Grande Guerra delle Prealpi Vicentine

200 km di storia, natura, emozioni – Alta Via della Grande Guerra delle Prealpi Vicentine

Inaugurazione domenica 23 luglio ore 10 a forte Interrotto di Asiago (VI)

Un percorso che unisce la montagna vicentina

lungo 200 km di storia, natura, emozioni: è l’Alta Via della Grande Guerra delle Prealpi Vicentine, che verrà inaugurata domenica 23 luglio alle 10 a Forte Interrotto di Asiago (VI).

Alta Via della Grande Guerra
Forte Interrotto

Alla presenza di numerose autorità civili e militari, verrà tagliato il nastro di uno dei percorsi più suggestivi d’Europa, dove la terra tocca il cielo e dove la memoria della Grande Guerra è tangibile, rappresentata da un tessuto di forme e di opere ancora straordinariamente leggibili, che costituiscono un codice interpretativo delle vicende della storia del nostro tempo.

L’appuntamento è alle 9 al parcheggio Camporovere di Roana,

da dove in un’ora di cammino (o navetta prenotabile allo 0444.908160) si raggiungerà forte Interrotto di Asiago, caserma militare costruita nella seconda metà dell’800 interamente in pietra e fortificata in fortezza allo scoppio della prima guerra mondiale a difesa del confine italiano contro l’Impero austro-ungarico.

Un luogo particolarmente suggestivo da cui si domina la conca centrale dell’Altopiano dei Sette Comuni.

Ad accogliere i visitatori ci sarà a forte Interrotto il Gruppo Storico Monte Grappa – Btg Bassano che allestirà un campo base con rievocazione storica della vita di campo. L’inizio della cerimonia è previsto alle 10 circa.

Ci saranno la Provincia di Vicenza e l’Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni, ideatori e gestori del progetto, e rappresentanti dei tanti enti e associazioni che hanno contribuito alla sua realizzazione,

  • Regione Veneto che l’ha sostenuto,
  • Veneto Agricoltura e la Soprintendenza ai Beni Culturali,
  • Onorcaduti,
  • il Cai,
  •  i Comuni vicentini,

Fonte Ufficio Stampa Provincia di Vicenza

in particolare i 35 direttamente interessati al percorso,

  • il BIM Bacchiglione che si sta occupando della valorizzazione del percorso,
  • il 4° Reggimento Alpini Paracadutisti
  • le associazioni combattentistiche e d’arma

Alta Via della Grande Guerra

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio