Provincia

Vicentini nel Mondo: storia dell’emigrazione veneta

Fonti storiche e memorie familiari – Storia dell’emigrazione veneta – Un concorso di idee per studenti a cura dell’Associazione “Vicentini nel Mondo”, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale UAT di Vicenza e ViAcqua

“Vicentini nel Mondo”

“Mi racconti di quando gli immigrati eravamo noi? Ti porto in gita, con tutta la tua classe!”. L’Associazione “Vicentini nel Mondo”, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale UAT di Vicenza e ViAcqua, promuove un concorso di idee per studenti vicentini del primo e del secondo ciclo di istruzione dal titolo “Storia dell’emigrazione veneta: fonti storiche e memorie familiari”.

I racconti del nonno, una lettera dalla “Merica” trovata in fondo ad un cassetto o una foto d’epoca, ma anche un tema, un testo originale, come pure dei prodotti contemporanei come video, canzoni, visual art: ciò che conta è che si parli della Grande Emigrazione Veneta. L’obiettivo è stimolare i ragazzi/e a conoscere, e poi riflettere, su questa pagina di storia locale importantissima, che ha segnato profondamente il territorio e la vita di tante famiglie. Lo sguardo non è però solo rivolto indietro, perché le vicende del passato, sono vive ogni giorno nelle esperienze di tanti nostri studenti.

Le classi vincitrici del concorso parteciperanno ad un’uscita didattica offerta da ViAcqua e vedranno il proprio lavoro pubblicato sul mensile dell’Associazione “Vicentini nel Mondo”.

Aula magna del Liceo “G.B. Quadri”

Il concorso per studenti completa il ciclo di iniziative sul tema, aperto con un corso di formazione per docenti. L’iniziativa, ospitata presso l’aula magna del Liceo “G.B. Quadri” di Vicenza, ha avuto come relatori il prof. Emilio Franzina, docente di Storia Contemporanea presso l’Università di Verona; il prof. Gianpaolo Romanato, docente di Storia Contemporanea e di Storia della Chiesa moderna e contemporanea presso l’Università di Padova; il prof. Alessandro Casellato, associato di Storia Contemporanea presso il Dipartimento di studi umanistici di Ca’ Foscari di Venezia.

La formazione per docenti ha indagato il fenomeno dell’emigrazione veneta nel suo sviluppo storico, fino ai giorni nostri con la cosiddetta “fuga di cervelli”. I docenti si sono anche formati su modalità didattiche innovative, che ora possono essere sperimentate direttamente dagli studenti, impegnati in una challenge il cui premio è una “sempre- gradita”gita scolastica.

Nicoletta MorbioliVicentini nel Mondo: storia dell’emigrazione veneta

Il 16 ottobre 2018 è stato firmato un Protocollo d’intesa che impegnava il Ministero dell’Istruzione e la regione Veneto a collaborare attivamente per lo sviluppo delle competenze degli studenti in materia di storia e cultura della nostra Regione – spiega la Provveditrice agli Studi Nicoletta Morbioli

E questo percorso educativo si inserisce all’interno di tale importante cornice per aiutare gli alunni, attraverso i docenti, non solo a riscoprire un passato poco noto, ma anche a capire la mobilità di oggi e a porre le premesse per il possibile rientro di “cervelli” e talenti espatriati.”

Ferruccio ZecchinVicentini nel Mondo: storia dell’emigrazione veneta

È un progetto in cui crediamo molto – riferisce Ferruccio Zecchin, Presidente dell’Associazione Vicentini nel Mondoper cui abbiamo dato la nostra disponibilità anche a intervenire nelle scuole, in collaborazione con i docenti partecipanti, con testimonianze dirette di ex-emigranti per un maggior coinvolgimento degli studenti, ai quali viene proposto questo concorso di idee e narrazione.”

Giuseppe Castaman

Con piacere rinnoviamo il sostegno all’ente Vicentini nel Mondo e lo facciamo mettendo in palio per i vincitori del concorso un totale di tre uscite didattiche alle Risorgive del Bacchiglione.

Oltre ad un’occasione per scoprire o riscoprire un’area naturalistica all’interno di un sito di importanza comunitaria della Rete Natura 2000, queste visite permetteranno di spiegare l’importanza dell’acqua nel territorio vicentino, le sfide che anche Viacqua sta affrontando per tutelarne quantità e qualità, ma anche l’impegno più ampio rivolto alla salvaguardia di habitat e biodiversità che proprio alle Risorgive trova la sua sintesi.

In questo modo proseguiamo l’azione di sensibilizzazione che parte dalle giovani generazioni, rivolta ad un uso consapevole e sostenibile dell’acqua.”

Il bando del concorso è consultabile sul sito internet dell’UAT di Vicenza http://vicenza.istruzioneveneto.gov.it  e sul sito dell’Associazione www.entevicentini.it. Gli elaborati possono essere inviati entro il 05/05/24.

Informazioni alla mail info@entevicentini.it

Patrizia Bombi Segreteria Associazione Vicentini nel Mondo

info@entevicentini.it

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio