Montecchio MaggioreProvincia

Montecchio Maggiore: la città ricorda i Quattro Martiri

A 80 anni dalla tragedia la città di Montecchio Maggiore ricorda i Quattro Martiri.

La Città di Montecchio Maggiore ricorda gli operai della ex Pellizzari di Arzignano, ora Marelli Motori Spa. Operai che nella notte tra il 29 e il 30 marzo 1944 furono fucilati dai nazifascisti al Castello di Romeo.  Due giorni prima, assieme a tanti altri, avevano partecipato a uno sciopero contro il trasferimento in Germania di parte dei lavoratori e dei macchinari.

Commemorazione dei Quattro Martiri

Si celebrerà al Castello di Romeo alle 11.30 di venerdì 5 aprile

Umberto Carlotto, Luigi Cocco, Cesare Erminelli e Aldo Marzotto

nell’80° anniversario dell’eccidio.Montecchio Maggiore: la città ricorda i Quattro Martiri

Le autorità apriranno la cerimonia con un saluto e la deposizione delle corone in ricordo dei caduti.

Seguiranno una ricostruzione del tragico evento a cura degli studenti dell’I.I.S. Silvio Ceccato di Montecchio Maggiore, gli interventi dell’Amministrazione Comunale e della sezione di Montecchio Maggiore dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

All’appuntamento, aperto a tutti i cittadini, potranno partecipare le scuole del territorio e le associazioni combattentistiche e d’arma.

«A ottant’anni dal tragico evento teniamo viva la memoria di questi lavoratori, persone comuni e normali trucidate solo per aver esercitato un loro diritto fondamentale», dichiara il sindaco Gianfranco Trapula.

«La Commemorazione dei Quattro Martiri ricorda a tutti un periodo drammatico della nostra storia e costituisce un monito contro l’orrore della guerra, soprattutto per le nuove generazioni».

Marco Billo Marchio e Divisione di Bericaeditrice Srl
www.hassel.it

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio