Provincia

Un confronto tra ‘maschile’ e ‘femminile’

Sabato 19 novembre a Vicenza: un confronto tra ‘maschile’ e ‘femminile’ in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne – Coordinamenti donne

Al 31 ottobre 2022 si sono registrati 246 omicidi, con 91 vittime donne, di cui 79 uccise in ambito familiare/affettivo.    Di queste 46 hanno trovato la morte per mano del partner/ex partner.

In Veneto sono state 8, nel vicentino 3 (Lijdia, 42 anni; Jenny Gabriela 36 anni; Lorena 58 anni).

Nel mese di novembre il bilancio nazionale si è aggravato, altre due donne a Capoterra e a Fano.

L’Ulss 8 Berica denuncia un caso di violenza domestica, di genere o stupro ogni due giorni: questo nel 2021, ma il trend sarebbe lo stesso anche nell’anno in corso.

Il 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, è una data sempre dolorosa per le donne. Lo è anche per la Cgil.

Quest’anno i Coordinamenti donne Cgil e Spi propongono un incontro di approfondimento sulle donne che subiscono violenza e gli uomini maltrattanti, in un confronto tra femminile e maschile, tra maltrattata e maltrattante.

Sarà presente l’Associazione Senza Violenza di Bologna che ha come scopo statutario “affermare l’inaccettabilità di ogni forma di prevaricazione e di promuovere un’assunzione di responsabilità maschile e della società intera del problema della violenza contro le donne, quale elemento costitutivo di un patto di civiltà e di cittadinanza nuovo fra uomini e donne, fondato sull’affermazione del riconoscimento reciproco delle differenze e del principio dell’inviolabilità del corpo femminile.”

Interverranno la dott.ssa Giuditta Creazzo, ricercatrice senior, di formazione giuridico criminologica e il dott. Gabriele Pinto, psicologo e psicoterapeuta, entrambi fondatori dell’Associazione bolognese.

L’iniziativa sarà pubblica e si terrà sabato 19 novembre p.v. dalle ore 9,30 presso i Chiostri di S.Corona a Vicenza.

Hanno dato la loro adesione le associazioni vicentine che si occupano di questo tema: Donna chiama Donna e la Cooperativa sociale ‘Si può fare’ di Vicenza, Donne per le Donne di Schio e Spazio Donna di Bassano.

La cittadinanza è invitata.

Per informazioni il Coordinamento donne CGIL e SPI

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio