Italia

In Friuli Venezia Giulia vince Fedriga

Per i primi exit poll è tra il 61 e il 65% – Per gli exit poll il bis di Massimiliano Fedriga alla guida del Friuli Venezia Giulia è certo: Debora Serracchiani e Stefano Patuanelli riconoscono la sconfitta

TRIESTE – Già dai primi exit poll (che lo davano tra il 61e il 65%) è stata chiara la vittoria schiacciante del governatore uscente Masimiliano Fedriga.

Senza quasi aspettare un minimo di spoglio, a pochi minuti dalla chiusura dei seggi, gli avversari Stefano Patuannelli (alle 15.07) e l’ex governatrice del Friuli Venezia Giulia, la deputata dem Debora Serracchiani (alle 15.34) hanno riconosciuto la sconfitta.

I dati, poi, non hanno fatto che confermare con il passare delle ore il trionfo del centro destra.

ore 17.29 -DATI LISTA FVG, FEDRIGA MANTIENE CONTROLLO CENTRODESTRA

In base ai 347 seggi scrutinati su 1.360, il Pd è il primo partito in Friuli Venezia Giulia, con il 18%, seguono Fratelli d’Italia con 17,6%, Lega con 16,9 e Lista Fedriga con il 16,9%, e molto più in là la terza lista, il Patto per l’autonomia con il 7,3% , di Massimo Moretuzzo, candidato del centrosinistra.

Di fatto, nonostante la grande crescita di Fdi, che alle precedenti elezioni regionali segnò il 5,5%, controllando la Lega e la sua Lista, per totali 33,8% (34,9% la Lega nel 2018), Massimiliano Fedriga manterrebbe saldamente il controllo della maggioranza di centrodestra in Consiglio regionale.

ore 17.28 – ZAIA: NON C’ERA DUBBIO, ELETTORI FVG PREMIANO OPERATO FEDRIGA

“Con le elezioni i cittadini sono chiamati anche a giudicare l’amministratore; l’operato di Max Fedriga non solo ha superato la prova ma è stato anche premiato. Mi congratulo vivamente con lui per il grande risultato che si sta ormai delineando, anticipando la meritatissima riconferma”.

Così il presidente del Veneto, Luca Zaia, si complimenta per la vittoria si sta profilando per Massimiliano Fedriga, candidato del centrodestra alle elezioni regionali nel Friuli Venezia Giulia. “Non c’era dubbio che la grande maggioranza dei cittadini del Friuli Venezia Giulia esprimessero gradimento per il suo programma, per il lavoro svolto fino ad oggi, per la sua voglia di fare, per la sua serietà e per la usa coerenza”, afferma Zaia.

“Con l’amico Fedriga condivido la visione dell’importante ruolo delle Regioni che siamo stati chiamati a rappresentare- prosegue- e abbiamo portato avanti importanti progetti rilevanti come il recente protocollo che pone le basi per la realizzazione di un efficace sistema logistico nel Nord-Est, macro area di cui le nostre regioni sono componente fondamentale.

Ma sono certo che, con la sua riconferma alla guida di una realtà regionale che già dispone di statuto speciale, continueremo ad avere un alleato formidabile nel percorso verso la realizzazione dell’autonomia di cui conosce in prima persona la forza propulsiva verso quel futuro che io immagino un nuovo rinascimento”.

Zaia conclude dicendosi certo che “le occasioni per proseguire ad impegnarci insieme non mancheranno”.

ore 17.02 – FONTANA (LOMBARDIA) ABBRACCIA FEDRIGA: BUON GOVERNO HA RIPAGATO

“Un grande abbraccio all’amico e collega Massimiliano Fedriga per la sua riconferma come presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia. Il buon governo di questi anni e’ stato ripagato con la fiducia della stragrande maggioranza dei cittadini. E adesso avanti cosi’ per i prossimi cinque anni! Buon lavoro Max!”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, complimentandosi con Massimiliano Fedriga.

ore 16.39 – SECONDA PROIEZIONE RAI FVG: FEDRIGA 64,9%

La seconda proiezione diffusa dalla Tgr Rai del Friuli Venezia Giulia, basata sul 14% dei voti reali scrutinati, dà in salita Massimiliano Fedriga con il centrodestra, riconfermato con il 64,9%. Scende invece al 27,9% il candidato del centrosinistra unitario Massimiliano Moretuzzo.

Confermato il 4,9% di Giorgia Tripoli, candidata no-vax e no-green pass, mentre scende ulteriormente, secondo la proiezione, Alessandro Maran del Terzo polo, dato al 2,3%.

ore 16.07 – PROIEZIONE TGR RAI FVG: FEDRIGA (64,2%) DOPPIA MORETUZZO

Secondo la prima proiezione diffusa dalla Tgr Rai del Friuli Venezia Giulia, basata sul 6% dei voti reali scrutinati, Massimiliano Fedriga con il centrodestra verrebbe riconfermato governatore con il 64,2%, doppiando il 28,2% del candidato del centrosinistra unitario Massimiliano Moretuzzo.

Ribaltamento invece tra gli altri due candidati. Giorgia Tripoli, candidata della galassia no-vax e no-green pass data dalla proiezione al 4,9% porterebbe la sua lista in consiglio, mentre fuori rimarebbe il Terzo polo il cui candidato Alessandro Maran è valutato al 2,7%.

ore 15.57 DATI PRIME 11 SEZIONI IN FVG: FEDRIGA AL 59,6%

Secondo i dati delle prime 11 sezioni scrutinate sul totale delle 1.360, il governatore uscente Massimiliano Fedriga conduce la corsa per la presidenza del Friuli Venezia Giulia con il 59,6% delle preferenze. Seguono Massimo Moretuzzo (centrosinistra) con 33,5%, Giorgia Tripoli (Insieme liberi) con 4,7% e Alessandro Maran (Terzo polo) con 2,2%. Nelle elezioni del 2018, Fedriga era stato eletto con il 57,1%.

ore 15.43 PATUANELLI (M5S) E SERRACCHIANI (PD): HA VINTO FEDRIGA

L’ex ministro pentastellato, il senatore Stefano Patuannelli, alle 15.07 e l’ex governatrice del Friuli Venezia Giulia, la deputata dem Debora Serracchiani alle 15.34, con le urne chiuse alle 15, hanno “ammesso” la vittoria di Massimiliano Fedriga alle elezioni regionali.

Lo hanno fatto ospiti, in collegamento da Montecitorio, dello studio Tgr Rai del Friuli Venezia Giulia, basandosi sul primo dato degli exit poll che danno il governatore uscente riconfermato con il 61-65%.

ore 15.28 – I PRIMI EXIT POLL

Secondo gli exit poll diffusi dal Tgr Rai del Friuli Venezia Giulia allo scoccare della chiusura dei seggi, alle 15, il governatore uscente Massimiliano Fedriga verrebbe riconfermato con il 61-65% delle preferenze. Il candidato del centrosinistra Massimo Moretuzzo è dato tra il 28 e 32%, Alessandro Maran (Terzo polo) tra 3 e 5% e Giorgia Tripoli (Insieme liberi) tra 2 e 4%.

Autore: Miloš Malinić Fonte Agenzia DIRE www.dire.it

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio