Altri BassanoEconomia

Mercato libero dell’energia: come scegliere la tariffa migliore

Incontro informativo a Casoni di Mussolente il 21 maggio

La fine del mercato tutelato dell’energia elettrica e le scelte a disposizione del consumatore

Martedì 21 maggio alle 20.30 nel Salone dell’Oratorio San Rocco a Casoni di Mussolente (Vi)

“La fine del mercato tutelato dell’energia elettrica e le scelte a disposizione del consumatore” è il tema dell’incontro promosso dal Circolo ACLI Casoni di Mussolente aps e dal Circolo ACLI di Mussolente aps, in collaborazione con le ACLI di Vicenza aps il prossimo martedì 21 maggio alle 20.30 nel Salone dell’Oratorio San Rocco in via Papa Giovanni XXIII, 12 a Casoni di Mussolente (Vi). Relatrice della serata sarà Laura Filon di Acli Service Vicenza srl.

Cos’è il mercato libero dell’energia e come funziona

“La recente normativa ha previsto il termine dei servizi di tutela (o mercato tutelato) – evidenzia l’Ufficio Studi delle ACLI di Vicenza aps – vale a dire quei servizi di fornitura di energia elettrica e gas naturale con condizioni economiche e contrattuali definite dall’Autorità per l’energia destinati alle famiglie che non hanno ancora scelto un venditore nel mercato libero. Per questo abbiamo pensato di promuovere degli incontri territoriali, il primo dei quali a Casoni di Mussolente (Vi), per fornire ai cittadini elementi chiari per poter scegliere come procedere”.

Quali sono le differenze tra le diverse offerte?

Per i clienti domestici non vulnerabili di gas naturale (famiglie e condomini) il superamento della tutela del prezzo è previsto da gennaio 2024. Per i clienti domestici non vulnerabili di energia elettrica a partire da luglio 2024.

clienti vulnerabili potranno continuare ad essere invece serviti a condizioni contrattuali ed economiche definite ed aggiornate dall’Autorità. “Ricordiamo che i clienti vulnerabili – conclude l’Ufficio Studi delle ACLI di Vicenza aps – sono i cittadini con un’età superiore ai 75 anni; coloro che si trovano in condizioni economicamente svantaggiate; coloro che si trovano in gravi condizioni di salute e richiedono l‘utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche salvavita alimentate dall’energia elettrica o i soggetti presso i quali sono presenti persone che versano in tali condizioni; le persone con disabilità ai sensi della legge 104/92; coloro che si trovano chi si trovano in una struttura abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi e, infine, chi si trova in un’isola minore non interconnessa”.

Vicenza, 18 maggio 2024

Fonte: Acli Vicenza – Ufficio Stampa Matteo Crestani Giornalista

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio