Economia

CCIAA Vicenza: contributi internazionalizzazione imprese beriche

Le domande potranno essere presentate a partire dal 21 aprile – CCIAA Vicenza – Mercoledì 13 aprile un webinar per fornire tutte le informazioni utili alle imprese interessate a partecipare

DALLA CAMERA DI COMMERCIO DI VICENZA 235.000 EURO DI CONTRIBUTI PER SOSTENERE L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI

Si apriranno il 21 aprile i termini per presentare le candidature al nuovo bando di contributi della Camera di Commercio di Vicenza, realizzato assieme all’azienda speciale Made in Vicenza, a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese beriche.

Il bando mette a disposizione complessivamente 235 mila euro, con un contributo massimo di 2.000 euro a fronte di una spesa minima di 4.000 euro (con una premialità di ulteriori 200 euro per le imprese in possesso del rating di legalità).

Potranno essere oggetto del contributo

le spese sostenute dal 1 febbraio 2022 al 30 novembre 2022 rientranti in due macro categorie. La prima riguarda gli investimenti per le attività promozionali e di pianificazione commerciale.

Comprendendo

  • spese per la comunicazione e il marketing rivolte ai mercati internazionali;
  • la ricerca di operatori e partner commerciali esteri;
  • analisi e ricerche di mercato,
  • studi di fattibilità etc.

L’altra categoria di spese ammesse al contributo riguarda la realizzazione di percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, come consulenze su alleanze, fusioni o acquisizioni di società estere, ricerche di mercato, ricerche di clienti o distributori esteri, la partecipazione a missioni collettive all’estero o incontri d’affari organizzato da Enti, Consorzi, Associazioni di Categoria e loro società di servizi.

Tra le spese ammesse vi sono anche quelle per consulenze su tematiche doganali, fiscali e legali relative ai mercati esteri di interesse o per la redazione di contrattualistica internazionale, l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione, attività per la protezione di marchi e brevetti sui mercati internazionali.

Le domande di partecipazione al bando dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica, entro il 12 maggio.

Per fornire alle imprese interessante un’informazione il più possibile completa e tempestiva sui contenuti del nuovo bando, la Camera di Commercio di Vicenza ha organizzato anche un webnar, in programma martedì 13 aprile alle 14.30.

Per informazioni sul bando e per iscriversi al webinar è possibile consultare il sito della Camera di Commercio di Vicenza (www.vi.camcom.it).

CCIAA Vicenza – L’edizione 2021

Va ricordato che nel 2021 il bando di contributi a supporto dell’internazionalizzazione della CCIAA aveva registrato 127 domande ammesse, tanto da spingere l’Ente Camerale berico a portare la dotazione finanziaria complessiva a 257 mila euro, contro uno stanziamento iniziale di 240 mila euro.

Circa il 50% delle domande ammesse è stato presentato da microimprese, con un ulteriore 30% da piccole imprese, il rimanente da medie imprese.

Per quanto riguarda gli investimenti sostenuti, nel 30% dei casi i contributi sono stati utilizzati per lo sviluppo di canali e strumenti digitali per la promozione, mentre un ulteriore 24% ha riguardato attività di pianificazione promozionale; seguivano l’attuazione di percorsi di rafforzamento della presenza all’estero (21%), progetti di affiancamento specialistico (15%) e consulenze sugli aspetti normativi e contrattuali (10%).

L’export vicentino

Dopo il calo del 2020 (per l’Italia -9,1% e per Vicenza -9,2%) nel 2021 il valore dell’export ha ritrovato il segno positivo. Con la provincia berica che ha registrato un risultato migliore del dato nazionale (+20,8% a Vicenza e +18,2% in Italia).

L’export nazionale in valore assoluto fra il 2020 e il 2021 è passato da 436 a 516 miliardi, superando la performance del 2019 del +7,5%. Le vendite vicentine all’estero valgono circa 20 miliardi e 300 milioni contro i 16 miliardi e 800 milioni del 2020. Sono cresciute del +9,7% rispetto al 2019, un incremento superiore a quello nazionale.

Fra le province italiane, Vicenza si mantiene salda al terzo posto in Italia per l’export del manifatturiero, dietro a Milano e Torino. La quota delle esportazioni manifatturiere vicentine pesa per il 4,1% sul totale italiano, +20,6% su base annua in valore assoluto, dopo il -9,7% del 2020. Sul podio al secondo posto si trova Torino. La cui quota pesa sul totale esattamente quanto quella berica del 4,1%, ma il cui export la supera di poco in valore.

Nonostante questi numeri di assoluto rilievo, per il 2022 restano tuttavia da valutare le reali conseguenze sui flussi commerciali internazionali degli attuali scenari di incertezza geopolitica, così come l’impatto dei maggiori costi della logistica e delle difficoltà di approvvigionamento registrate in alcune filiere.

CCIAA Vicenza

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio