Cronaca

Vicenza: arrestato pluripregiudicato durante i controlli del territorio

Nel corso della mattinata di sabato è stato attuato un mirato Servizio Straordinario di Controllo del Territorio di Vicenza che ha interessato le “aree a rischio” del Capoluogo. In particolare Campo Marzio, la zona del cd. “Quadrilatero”, Viale SS. Felice e Fortunato, Viale Trento e Mercato Nuovo.

Il controllo è stato disposto in considerazione delle varie segnalazioni ricevute nelle scorse settimane in ordine ad una prospettata recrudescenza di reati predatori nella zona.

Nel corso delle attività, una speciale attenzione è stata prestata alle aree adiacenti Campo Marzio ed, in particolare, nella zona di Piazzale Bologna dove l’attenzione degli Agenti si focalizzava su un gruppetto di soggetti, apparentemente tossicodipendenti, che venivano identificati ed accompagnati in Questura:

  • M. quarantacinquenne, cittadino nigeriano, irregolare sul territorio nazionale.
  • L. trentasettenne italiana, tossicodipendente, priva di documenti d’identità.
  • S.B. quarantanovenne, cittadino italiano, trovato in possesso di una tessera sanitaria non di sua proprietà e risultata compendio di furto. Indagato in stato di libertà per il delitto di ricettazione.
  • A.A. ventinovenne cittadino italiano, tossicodipendente, destinatario di una segnalazione di rintraccio relativa all’esecuzione della misura della custodia cautelare in carcere. Emessa a febbraio 2024 dal Tribunale di Vicenza, a seguito della commissione del reato di rapina impropria commesso nel mese di settembre 2023. Lo stesso veniva pertanto arrestato e successivamente associato alla locale Casa Circondariale. Durante gli accertamenti sulla sua identità risultava inoltre destinatario di un’altra segnalazione di rintraccio relativa alla violazione alla misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Padova, commessa a Padova nel mese di gennaio 2024, per cui veniva altresì indagato in stato di libertà per tale violazione.

Comunicato Stampa del 13 febbraio 2024

Fonte: Questura di Vicenza – Ufficio Stampa 

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio