Cronaca

Tentata fuga dopo una rapina: due stranieri bloccati dalla Polizia

Identificati i responsabili di una rapina avvenuta a Vicenza la scorsa notte con tentata fuga

Alle ore 2:15 circa della scorsa notte, le Volanti della Questura sono intervenute a Vicenza, in Via Torino, ove un uomo, di origine romena, del 1989, aveva segnalato sulla linea di emergenza 113 di essere stato rapinato pochi minuti prima da due uomini. Persone di origine straniera, verosimilmente del centro Africa, che gli avevano asportato il telefono cellulare e 70 euro in contanti.

La persona offesa, fortunatamente, non subiva lesioni personali ma veniva trattenuta sul posto dai due malfattori che lo rapinavano, dandosi poi alla fuga verso Viale Verona.

Veniva fornita una dettagliata descrizione dei due malviventi, non solo in merito ai tratti somatici, ma anche all’abbigliamento indossato, con dovizia di particolari.

Tentata fuga, le ricerche

In un primo momento, le ricerche dei responsabili in zona davano esito negativo.

Tuttavia, più tardi, verso le ore 3.40, i Poliziotti delle Volanti, transitando nei pressi di Via D’Annunzio, notavano due uomini che alla vista degli Agenti cercavano di nascondersi dietro dei cassonetti.

Gli stessi venivano immediatamente intercettati e bloccati sul posto dagli Agenti della Polizia di Stato. Gli agenti constatavano come il loro abbigliamento e le caratteristiche somatiche fossero perfettamente corrispondenti alla descrizione fornita qualche ora prima dal cittadino romeno rapinato in Via Torino.

Gli accertamenti

I due venivano pertanto accompagnati in Questura per ulteriori accertamenti. La perquisizione attuata nei loro confronti consentiva di recuperare un bancomat risultato oggetto di furto nei giorni scorsi a Vicenza.

Essendo ormai decorsi i termini per procedere all’arresto in flagranza, i due venivano comunque denunciati all’Autorità Giudiziaria per rapina e ricettazione.

Si tratta di due cittadini nigeriani (uno del 1992 e l’altro del 1996). Entrambi con vari precedenti penali e/o di Polizia per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti. Uno di questi risulta già gravato da un provvedimento di divieto di dimora nel comune di Vicenza. Divieto emesso dall’A.G.: provvedimento chiaramente violato.  Anche tale situazione è stata segnalata all’Autorità Giudiziaria con richiesta di un aggravamento della misura.

* “Si rappresenta che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagini in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna o forme analoghe”.

Fonte: Questura di Vicenza – Ufficio Stampa

Comunicato del 2 aprile 2024

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio