CronacaSovizzo

Sovizzo: possesso a fini di spaccio, scatta la denuncia

Nel primo pomeriggio del 30 marzo 2021 i militari della Tenenza Carabinieri di Monteccchio Maggiore hanno denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti M. S. di vicentino classe ’99 residente in Altavilla – Sovizzo

I militari impegnati in puntuali controlli alla circolazione stradale

ed al rispetto delle normative anti COVID 19, in Via degli Aceri, Sovizzo, hanno proceduto al controllo di M.S. a bordo del proprio autoveicolo.

Nel corso del controllo il medesimo iniziava a manifestare forte nervosismo assumendo atteggiamenti evasivi rispetto alla situazione.

I militari, percepito lo stato di nervosismo e di disagio, avviavano una perquisizione d’iniziativa avendo il fondato sospetto che l’uomo potesse occultare dello stupefacente.

In esito a detta attività di polizia lo stesso veniva trovato in possesso di 14,7 gr lordi di marijuana contenuti all’interno di un barattolo in vetro e di € 900,00, verosimilmente provento di illecita attività

Il tutto è stato sequestrato

e posto a disposizione della competente Autorità Giudiziaria di Vicenza opportunamente informata degli elementi raccolti e di quanto praticato dai militari della Tenenza di Montecchio Maggiore.

Sovizzo

Sovizzo: possesso a fini di spaccio, scatta la denuncia

Sovizzo

Carabinieri – Organizzazione Territoriale

Il controllo del territorio rappresenta la principale forma di prevenzione, in grado di incidere direttamente sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini.

Il dispositivo capillare dell’Arma realizza una fitta rete di vigilanza che mette a disposizione del cittadino oltre 5.200 presidi (dai Comandi Provinciali fino ai Comandi Stazione), che proiettano sul territorio numerose pattuglie offrendo ulteriori “punti di contatto”.

A questa struttura organizzativa, che impiega circa il 76% del personale, e dal 1° gennaio 2017 si è aggiunta l’organizzazione per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare,

Oltre 1.000 Comandi (dai Gruppi Carabinieri Forestali sino alle Stazioni Carabinieri Forestali).

Tenenze e Stazioni estendono la propria competenza sui Comuni italiani e svolgono tutti i servizi di pubblica sicurezza.

Sono indirizzate, coordinate e sostenute da Compagnie, Reparti territoriali e Gruppi, a loro volta facenti capo ai Comandi Provinciali, ai quali è ricondotta la responsabilità dell’analisi e del raccordo di tutte le attività operative e di contrasto nella provincia, comprese quelle condotte dalle altre unità specializzate.

Il dispositivo territoriale

trova il suo completamento nei Comandi di Legione, che assicurano il supporto logistico, assegnano il personale per i reparti secondo le possibilità e le esigenze del territorio e svolgono funzioni di raccordo.

Nonché nei 5 Comandi Interregionali, che esercitano l’alta direzione, il coordinamento e il controllo.

Questo per garantire l’omogeneità nella gestione delle funzioni di polizia sul territorio nazionale e curano la programmazione delle esigenze logistiche.

Le Stazioni e le Tenenze sono presidi di prossimità in grado di proiettare ogni giorno migliaia di pattuglie, i Nuclei Operativi e Radiomobili garantiscono il pronto intervento nelle 24 ore.

Fonte https://www.carabinieri.it/

 

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio