CronacaSchio

Schio: servizio straordinario dei Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Schio, nei giorni scorsi, nell’ambito del potenziamento dei servizi di controllo del territorio finalizzati a prevenire e reprimere la consumazione di reati – che ha visto impiegato varie pattuglie sia con colori d’istituto che con targhe di copertura – complessivamente sono state arrestate due persone, denunciate in stato di libertà ulteriori due persone ed una segnalata in via amministrativa quale assuntore di stupefacenti.

In particolare:

a Santorso (VI),

i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno denunciato in stato di libertà un 34enne di Schio. Colto alla guida di un motociclo, privo di targa e con numero di telaio abraso. Il mezzo è stato sottoposto a sequestro in attesa degli accertamenti che saranno delegati dalla Procura della Repubblica di Vicenza;

a San Vito di Leguzzano (VI),

i militari della Stazione di Schio hanno arrestato un 59enne del luogo, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Venezia, per intervenuta condanna definitiva ad anni 3 e mesi 6 di reclusione, per i reati di furto aggravato, ingiuria, minaccia, ricettazione, detenzione illegale di armi e munizioni e detenzione abusiva di armi e munizioni, commessi tra gli anni 1998 ed il 2008. L’arrestato, al termine delle formalità di rito è stato sottoposto alla misura della detenzione domiciliare;

a Velo d’Astico (VI),

i carabinieri della Stazione di Arsiero (VI) hanno denunciato in stato di libertà per l’ipotesi di reato di danneggiamento aggravato un 19enne del luogo. Individuato quale responsabile del danneggiamento della porta di ingresso di un edificio comunale;

a Schio,

i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato un 45enne del luogo che, già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, a seguito di violazioni delle prescrizioni imposte, il Magistrato di Sorveglianza di Verona sospendeva la misura in atto e disponeva di associarlo in carcere a Vicenza;

a Cogollo del Cengio (VI),

i militari della Stazione di Piovene Rocchette segnalavano in via amministrativa quale assuntore di stupefacenti un 40enne padovano. Trovato in possesso di alcuni grammi di hashish e marijuana, sottoposti sequestro amministrativo. Veniva ritirata la patente di guida per giorni 30.

Si rappresenta che le misure venivano adottate d’iniziativa da parte del citato Reparto procedente e che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagini in relazione alle vicende sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna.

LEGIONE CARABINIERI “VENETO”

Comando Provinciale di Vicenza

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio