Altri BassanoCronaca

Rossano Veneto: litigio fra tunisini, arresto per resistenza a P.U.

Nel corso della tarda serata del 13 aprile 2024, i militari della Stazione Carabinieri di Romano d’Ezzelino hanno tratto in arresto per resistenza a un pubblico ufficiale un 40enne di origini tunisine, domiciliato a Rossano Veneto, conosciuto per pregresse vicende penali.

Il movimentato episodio ha avuto inizio poco dopo le ore 20:00.   Quando al numero di emergenza 112 della Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Bassano del Grappa, è pervenuta una segnalazione di un violento litigio in atto fra due uomini.   Questo all’interno di un parcheggio pubblico di Rossano Veneto.

Appena giunti sul posto,

i militari, coadiuvati da personale del Commissariato di P.S. di Bassano del Grappa, intervenuto in supporto, si sono immediatamente prodigati nel tentare – a più riprese – di separare i due protagonisti della lite, al fine di evitare conseguenze lesive.

Tuttavia, preso atto della ferma opposizione del 40enne, in stato di alterazione psicofisica. Il quale, nonostante l’invito rivoltogli a porre fine alla sua condotta violenta posta in essere nei confronti di un suo connazionale, perseverava. Opponendo anche viva resistenza ai militari che cercavano di bloccarlo e paventando altresì il possesso di un coltello. Pertanto, gli operanti si vedevano costretti ad immobilizzarlo, ponendolo in sicurezza.

L’arresto

Condotto dapprima presso il pronto soccorso dell’ospedale di Bassano del Grappa, per essere refertato per le lievi lesioni procuratesi nel corso della cit. colluttazione. Poi presso la Stazione dei Carabinieri di Romano d’Ezzelino per le formalità di rito. L’uomo è stato dichiarato in stato di arresto per resistenza a un pubblico ufficiale. Su disposizione del Pubblico Ministero in turno presso la Procura della Repubblica di Vicenza, il quale, concordando con l’operato dei militari, sussistendone i requisiti normativi, disponeva che lo stesso fosse rimesso in libertà. Questo in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida, che si terrà, nei prossimi giorni, davanti al G.I.P. del Tribunale berico.

Nella circostanza, l’arrestato è stato anche sanzionato per ubriachezza.

* “Si rappresenta che la misura è stata adottata di iniziativa da parte del Comando procedente e che per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda, sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna”.

Rossano Veneto (VI), 19 aprile 2024

L E G I O N E   C A R A B I N I E R I “V E N E T O”

Compagnia di Bassano del Grappa (VI)

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio