Altri BassanoCronaca

Rossano: GDF scopre 11 lavoratori in nero in un laboratorio cinese

GDF Vicenza, Rossano Veneto (VI): le Fiamme Gialle intervengono in un laboratorio tessile cinese e sono stati scoperti 11 lavoratori in nero, di cui 2 clandestini irrogate sanzioni amministrative per oltre 24.000 euro

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza, nei giorni scorsi, hanno effettuato un accesso presso un laboratorio tessile sito a Rossano Veneto (VI). Laboratorio riconducibile a una ditta individuale avviata nel mese di luglio 2023 e gestita da un cittadino di nazionalità cinese.

I controlli effettuati dalle Fiamme Gialle

Nel corso del controllo, le Fiamme Gialle del Gruppo di Bassano del Grappa hanno identificato 11 lavoratori “in nero” di nazionalità cinese e pakistana. Di cui 2 sono risultati privi del permesso di soggiorno o altro documento equipollente giustificante la loro presenza all’interno del territorio nazionale. Pertanto denunciati alla Procura della Repubblica di Vicenza per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato, ai sensi dell’art. 10 bis del Testo Unico dell’Immigrazione.

Denunciato alla medesima Autorità Giudiziaria anche il datore di lavoro, titolare della ditta individuale, per il reato previsto dall’art. 22, comma 12 del Testo Unico dell’Immigrazione, per aver occupato alle proprie dipendenze lavoratori stranieri – extra comunitari – privi del permesso di soggiorno per lavoro subordinato. E’ stata, altresì, formulata all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Vicenza una contestuale proposta di sospensione dell’attività imprenditoriale ai sensi dell’art. 14 del D.Lgs. 81/2008, stante la presenza di personale in nero in misura superiore al 10% di quello presente sul posto.

Le sanzioni

La parallela attività amministrativa, volta a riscontrare l’osservanza, nei confronti del personale occupato, delle norme di tutela di lavoro e di legislazione sociale, ha consentito di irrogare al titolare della ditta individuale una sanzione complessiva di € 24.840,00 per l’impiego “in nero” degli 11 lavoratori.

In definitiva, il bilancio complessivo dell’operazione di servizio è di 11 lavoratori in nero scoperti, dei quali 2 cittadini extracomunitari. Stranieri denunciati per ingresso e soggiorno illegale nello Stato poiché sprovvisti di permesso di soggiorno. Denuncia del titolare di una ditta individuale per aver occupato alle proprie dipendenze lavoratori stranieri – extra comunitari – privi del permesso di soggiorno e l’irrogazione di una sanzione amministrativa di oltre 20.000 euro.

L’attività della Guardia di Finanza s’inquadra nella più ampia azione di contrasto all’economia sommersa che rappresenta una piaga per l’intero sistema economico perché sottrae risorse all’Erario, mina gli interessi dei lavoratori, spesso sfruttati, e consente una competizione sleale con le imprese oneste.

Si rappresenta che le denunce sono state eseguite d’iniziativa dal Gruppo della Guardia di Finanza di Bassano del Grappa e che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza delle persone sottoposte ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna.

Il comunicato è diffuso a seguito di autorizzazione della competente A.G. ricorrendo motivi di pubblico interesse.

Comunicato del 4 gennaio 2024

Fonte: Guardia di Finanza di Vicenza

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio