CronacaPiovene RocchetteSchio

Polizia Locale Alto Vicentino: arresto per spaccio

Polizia Locale Alto Vicentino: arresto per spaccio

ARRESTO PER DETENZIONE STUPEFACENTI AI FINI DI SPACCIO

ARRESTO PER RESISTENZA E LESIONI A PUBBLICO UFFICIALE

ACCOMPAGNAMENTO AL CENTRO DI PERMANENZA E RIMPATRIO DI TORINO PER ESPULSIONE DAL TERRITORIO NAZIONALE

A seguito di molteplici segnalazioni pervenute dalla cittadinanza in merito ad attività di spaccio di sostanze stupefacenti nell’area verde denominata “Castello” di Schio, venivano eseguiti numerosi appostamenti che permettevano di accertate varie cessioni di modiche quantità di stupefacenti di tipo cocaina, eroina, hashish e marijuana a vari tossicodipendenti della zona. Grazie a successivi pedinamenti, gli Agenti individuavano la dimora degli spacciatori in un appartamento di Piovene Rocchette.

A conclusione dell’attività d’indagine preparatoria, nella mattinata di mercoledì 02 marzo la Polizia Locale Alto Vicentino ed i Carabinieri di Piovene Rocchette e Arsiero davano esecuzione a decreto di perquisizione locale e personale emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza a carico delle persone dimoranti in immobile di Piovene Rocchette.

Nella circostanza veniva tratto in arresto un 27enne poiché trovato in possesso di:
• n. 5 ovuli e 1/2 di eroina, del peso complessivo di circa 58 grammi;
• n. ½ ovulo di cocaina del peso di circa g. 6 e n. 12 palline di cocaina per un peso di circa grammi 9 (totale g. 15 di cocaina);

Uno dei dimoranti nell’immobile sottoposto a perquisizione si dava alla fuga dalla finestra del bagno, venendo però rincorso e bloccato da un agente dopo una breve colluttazione. Il soggetto, dell’età di 28 anni, veniva tratto in arresto per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, avendo l’Agente riportato lesioni alla spalla guaribili in gg. 3.

Un terzo individuo, previ controlli eseguiti dall’Ufficio Immigrazione della Questura di Vicenza, risultava irregolare nel territorio nazionale e pertanto veniva accompagnato dalla Polizia di Stato al Centro di Permanenza e Rimpatrio di Torino, in attesa dell’espulsione.

Nel corso dell’indagine venivano anche segnalate alla Prefettura-UTG di Vicenza n. 6 persone quali assuntori di sostanza stupefacente.

“Si rappresenta che la misura è stata adottata di iniziativa da parte della Polizia Locale Alto Vicentino, sede di Schio, e che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna”

Fonte POLIZIA LOCALE ALTO VICENTINO

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio