Cronaca

Polizia arresta coppia di conviventi pluripregiudicati evasi dai domiciliari

La scorsa notte, alle ore 1,50, durante il normale servizio di prevenzione generale e di controllo del territorio effettuato dalle pattuglie della Squadra “Volanti” della Questura, gli Agenti intercettavano in Viale Trento mentre transitavano a bordo di una bicicletta tali I. P. di 36 anni e D.C.C. di 33 anni, conviventi pluripregiudicati assai noti alle Forze di Polizia vicentine per i numerosi precedenti penali e/o di Polizia di varia natura e gravità, tra i quali alcune rapine commesse tenendo in braccio il proprio figlioletto di 5 anni.

I Poliziotti, dopo averli riconosciuti, ed essendo a conoscenza del fatto che entrambi erano sottoposti agli Arresti Domiciliari a seguito di numerosi furti e rapine perpetrati a Vicenza negli ultimi mesi, hanno proceduto a fermali ed a controllare quanto avevano addosso.

Quindi, al termine del controllo, entrambi i due soggetti –

i quali, nell’occasione, avevano riferito agli Agenti di essere evasi dagli arresti domiciliari per recarsi a cena in un ristorante in città (spiegazione assai poco plausibile e del tutto inconciliabile con le restrizioni a loro carico) – venivano condotti in Questura dai Poliziotti per il prosieguo delle attività di Polizia Giudiziaria.

In considerazione di quanto accaduto, gli Agenti dichiaravano entrambi i soggetti in arresto per il reato di evasione e, quindi, su disposizione della Autorità Giudiziaria, li ricollocava agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

* “Si rappresenta che la misura è stata adottata di iniziativa da parte dell’Ufficio procedente e che per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna o forme analoghe”.

Questura  di Vicenza Comunicato Stampa del 9 Giugno 2023

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio