Cronaca

Lite tra coinquilini: il caffè diventa motivo di contesa

Lite tra coinquilini – Interviene la Polizia di Stato

Verso le ore 19.30 di ieri, un equipaggio della Questura in servizio di “Volante” è intervenuto in un appartamento di Strada Marosticana, a Vicenza, ove era stato segnalato un forte litigio tra più persone con grida e rovesciamento di mobilio vario.

Motivo della forte lite tra coinquilini

Una volta entrati nell’appartamento, però, gli Agenti sono rimasti alquanto stupiti nel constatare che il motivo del contendere era l’esatta procedura da seguire per preparare il caffè.

In particolare, tra gli inquilini (5 persone di origine straniera), ve ne erano quattro che volevano preparare il caffè espresso all’italiana con la cd. “moka” ed uno che invece preferiva quello solubile in pentola, pur utilizzando una miscela non adatta a tale scopo.

Tra le parti, pertanto, dopo un serrato confronto verbale, scaturiva un litigio, anche con qualche spintone.

L’intervento della Polizia

L’intervento degli Operatori di Polizia consentiva di ripristinare una situazione di tranquillità tra i contendenti. In particolare, l’estimatore del caffè in pentola decideva spontaneamente di allontanarsi dall’abitazione e trovare una diversa sistemazione, atteso il forte fastidio che gli provocava l’odore del caffè all’italiana e l’ormai deteriorato rapporto di convivenza con gli altri coinquilini.

Nessuno dei contendenti ha inteso sporgere querela per l’accaduto.

Comunicato Stampa del 27 febbraio 2024

Fonte: Questura di Vicenza – Ufficio Stampa

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio