CronacaValdagno

GDF Vicenza: discoteca a Valdagno, spaccio di stupefacenti e somministrazione di alcolici a soggetti minori

Festa di carnevale in discoteca: scoperti dalla GDF 13 lavoratori in “nero”, somministrazione di alcol i minori e consumo di sostanza stupefacenti. – GDF Vicenza: discoteca a Valdagno

Nei giorni scorsi, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza, hanno condotto un’articolata attività di controllo a carattere trasversale nei confronti di una nota discoteca di Valdagno, in occasione di una festa di Carnevale organizzata dal locale e rivolta ai più giovani, all’esito della quale sono state irrogate sanzioni amministrative per oltre 165.000 euro per innumerevoli violazioni in materia di legislazione sul lavoro e di pubblica sicurezza.

In dettaglio,

dal controllo delle Fiamme Gialle della Compagnia di Arzignano è emerso l’impiego di 13 lavoratori in nero, pari alla totalità del personale dipendente presente, da parte della società che gestisce il locale, impiegati quali “buttafuori”, addetti all’accoglienza e alla somministrazione delle bevande.

Oltre alla contestazione della “maxi-sanzione” fino a 140.400 euro, per aver omesso le previste comunicazioni di assunzione, il titolare della società è stato destinatario anche di una sanzione fino a 25.000,00 euro per aver retribuito alcuni dipendenti in contanti invece di adottare metodi tracciabili, come sancito dalla legge.

Su segnalazione dei finanzieri,

inoltre, l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Vicenza ha adottato il provvedimento di sospensione dell’attività, che è previsto quando – ai sensi della normativa in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro – viene constatato l’impiego di lavoratori “in nero” in misura pari o superiore al 10% del totale dei presenti.

L’attività ha riguardato anche la repressione dello spaccio di stupefacenti e la verifica del rispetto della normativa in materia di somministrazione di alcolici a soggetti minori.

La barista e la legale rappresentante del locale

sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria berica per la violazione dell’art. 689 del codice penale, per aver somministrato una bevanda alcolica ad un minore di 16 anni, norma che prevede anche la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 a 25.000 euro e la sospensione dell’attività per tre mesi in caso di recidiva.

I controlli effettuati hanno permesso, inoltre, di identificare due giovani all’ingresso della discoteca, di cui un minorenne, intenti a consumare sostanze stupefacenti, presumibilmente hashish. Per tale motivo, sono stati segnalati amministrativamente alla Prefettura di Vicenza, mentre la sostanza, posta sotto sequestro, sarà sottoposta alle analisi di rito.

L’attività` complessivamente condotta investe, in maniera trasversale, piu` settori di servizio della Guardia di Finanza, e si inquadra nel solco delle attività` svolte a tutela dei lavoratori e degli operatori economici onesti, in un settore, quale quello dell’intrattenimento, particolarmente delicato, soprattutto per il coinvolgimento di minori.

Si rappresenta che la misura è stata adotta d’iniziativa da parte della polizia giudiziaria e che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza delle persone sottoposte ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna.

Il comunicato è stato autorizzato dall’Autorità Giudiziaria per motivi di interesse dell’opinione pubblica.

Fonte GDF

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio