Cronaca

Controlli Straordinari Comune di Vicenza: sicurezza urbana

Sicurezza urbana Comune di Vicenza

Disposti dal Questore 

 5  Fogli di Via Obbligatori

2  Ordini di Allontanamento dal Territorio Nazionale

3  Avvisi Orali

Si sono concluse ieri in tarda serata le Operazioni di Controllo Straordinario del Territorio disposte con Ordinanza dal Questore della Provincia di Vicenza Paolo Sartori, che hanno interessato il territorio comunale del Capoluogo vicentino.

Le attività effettuate nella giornata di ieri – concordate in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica – si sono concentrate per lo più nelle “aree a rischio” della Città. Anche a seguito di segnalazioni pervenute dai cittadini che hanno denunciato la presenza – soprattutto a Ponte degli Angeli, in Viale San Lazzaro, in Viale SS. Felice e Fortunato, in Piazzale Bologna ed ai giardini di Campo Marzo – di soggetti molesti. Soggetti che assumerebbero spesso comportamenti inurbani ed a volte anche pericolosi per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Controlli specifici, inoltre,

sono stati effettuati in Piazza Matteotti ed in tutta la zona del Quadrilatero. Mentre, nelle ore serali, è stato attentamente monitorato il Centro cittadino. Ed ispezionati 5 Esercizi pubblici e Sale Giochi / VLT.

Lo scopo di queste attività operative di sicurezza urbana è quello di contrastare, mantenendo una elevata visibilità della presenza delle Forze di Polizia, quei fenomeni di illegalità che causano una diffusa percezione di “insicurezza” nei cittadini. Quali lo spaccio di stupefacenti, i reati contro il patrimonio ed in generale i fenomeni di microcriminalità connessi ai reati di tipo predatorio. In tale contesto, soggetti intenti a bivaccare sulle panchine, a consumare alcolici ed a disturbare persone ed attività commerciali. Sono stati identificati ed allontanati dal Capoluogo con Misure di Prevenzione Personali ed altri provvedimenti analoghi disposti dal Questore.

Durante i controlli in Corso SS. Felice e Fortunato

gli Agenti della Squadra “Volanti”, a seguito di una richiesta pervenuta alla Centrale Operativa della Questura da parte di un cittadino a cui era stata rubata la bicicletta. Su indicazioni della vittima – che poco prima aveva visto passare davanti a sé un soggetto con una bicicletta da egli riconosciuta essere, senza ombra di dubbio, quella che gli era stata rubata – fermavano ed identificavano tale O.O., 31enne cittadino nigeriano residente in citta. Costui, al termine delle attività di Polizia Giudiziaria, veniva segnalato alla Procura della Repubblica per ricettazione. Mentre, contemporaneamente, la bicicletta oggetto di furto veniva riconsegnata al legittimo proprietario.

Durante le varie fasi dell’operazione di Polizia, effettuate con l’impiego di circa 20 uomini e donne appartenenti alla Questura di Vicenza. Oltre alla Polizia Locale del Capoluogo ed al Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato, sono stati controllati – anche nel corso dei 3 Posti di Controllo effettuati lungo le arterie che conducono al Capoluogo 65 autoveicoli e 87 persone, di cui 37 straniere e 25 con precedenti penali e/o di Polizia.

Al termine delle attività operative il Questore Sartori ha adottato i seguenti Provvedimenti:

5 Fogli di Via Obbligatori

(dal Comune di Vicenza) a carico di persone gravate da precedenti penali e/o di Polizia, che si trovavano senza apprezzabile motivo ed in circostanze non giustificate nel Comune di Vicenza;

2 Ordini di Allontanamento dal Territorio Nazionale

nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari che, durante i controlli, sono risultati irregolari in Italia. E con a proprio carico pregiudizi Penali e/o di Polizia. A seguito degli accertamenti esperiti da parte dell’Ufficio Immigrazione, il Questore ha emesso altrettanti Decreti di allontanamento. Ordinando a queste persone di lasciare il territorio entro 14 giorni. In caso non ottemperassero, costoro verranno denunciati alla Procura della Repubblica ed accompagnati coattivamente verso il Paese di origine;

3 Avvisi Orali

(Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle leggi Antimafia) nei confronti di altrettanti cittadini italiani e stranieri che denotano una spiccata pericolosità sociale. Pericolosità a causa di precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura. Tra cui reati contro la persona, per spaccio di sostanze stupefacenti, ovvero contro il patrimonio.

“La Polizia di Stato rappresentano un importante punto di riferimento per i cittadini. E’ di fondamentale importanza apprendere da vicino quali sono le esigenze della cittadinanza sotto il profilo della sicurezza urbana e dell’ordine pubblico – ha evidenziato il Questore Sartori al termine delle operazioni –. Occorre sistematicamente mantenere la presenza visibile degli operatori delle Forze di Polizia ai fini di una efficace deterrenza, così da accrescere il senso di tranquillità di tutta la collettività”.

fonte: Questura di Vicenza – Ufficio Stampa

Comunicato del 19 Luglio 2023

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio