Cronaca

Comune di Vicenza: Interforze, prevenzione anti-degrado del territorio

Controlli Straordinari Interforze Comune di Vicenza a locali pubblici, stazione ferroviaria e turbative all’ordine ed alla sicurezza dei cittadini

Controlli anti-degrado in edifici abbandonati

Il Questore dispone:

9  Fogli di Via Obbligatori

5 Avvisi Orali

4  Ordini di allontanamento dal territorio nazionale

Anche lo scorso fine settimana, a partire dal venerdì e sino alla mattinata odierna, sono state effettuate attività di controllo straordinario del territorio. Disposte con Ordinanza dal Questore della Provincia di Vicenza Paolo Sartori.

Le operazioni di Polizia si sono concentrate per lo più nelle aree del Capoluogo segnalate dai cittadini come maggiormente “a rischio”. Con pattugliamenti mirati soprattutto in zona San Pio X, Campo Marzio, zona del Quadrilatero. Oltre a Giardini Salvi, Viale Verona, Viale del Lavoro, Via del Commercio, Ponte degli Angeli, Via della Pace e quartiere “Ferrovieri”. Nelle ore serali, inoltre, è stato attentamente monitorato il Centro cittadino. Centro, luogo di aggregazione particolarmente frequentato soprattutto nelle giornate di sabato e domenica.

Scopo delle attività

Lo scopo di queste attività di Polizia è quello di contrastare, con un’ampia presenza e visibilità delle Forze dell’Ordine, i fenomeni di illegalità. Fenomeni che causano una diffusa percezione di “insicurezza” nei cittadini, quali lo spaccio di stupefacenti. Ma anche i reati contro il patrimonio ed in generale i fenomeni di microcriminalità connessi ai reati di tipo predatorio.

L’intensificazione dei servizi – specie nelle ore pomeridiane e serali – ha consentito di contrastare efficacemente la presenza ingiustificata e, talvolta, illecita di soggetti che, con i loro comportamenti molesti, infastidiscono i residenti ed i passanti. Arrecano inoltre danno ai commercianti della zona. Costoro, intenti a bivaccare sulle panchine, a consumare alcolici ed a disturbare persone ed attività commerciali, sono stati identificati ed allontanati dal Capoluogo. Allontanati con Misure di Prevenzione Personali ed altri provvedimenti analoghi disposti dal Questore.

Notte tra sabato e domenica

Nella notte tra sabato e domenica si è intervenuti in Via del Commercio per la segnalazione di disturbo della quiete pubblica. Disturbo da parte di gruppetti di giovani, tutti avventoritaluni palesemente alterati dall’abuso di sostanze alcoolichedei Locali pubblici presenti in zona. Alla vista delle Pattuglie delle Forze di Polizia costoro provvedevano ad allontanarsi. Gli Agenti intervenuti rimanevano in zona per diverso tempo al fine di evitare il ripetersi di situazioni fastidiose per chi abita in quel quartiere.

Particolare attenzione è stata dedicata alla Stazione Ferroviaria, al piazzale antistante ed alle sue pertinenze. Attenzione con l’impiego della POLFER ed allo scopo di evitare che possano divenire luoghi di bivacco, di degrado e di disturbo per cittadini e viaggiatori.

Sempre nel fine settimana sono stati intensificati i controlli sul gioco d’azzardo, con verifiche effettuate presso 5 Sale Slot / VLT del Capoluogo. Nell’ambito di specifiche attività di prevenzione delle ludopatie, per la verifica del rispetto delle normative nazionali e regionali.

Edifici abbandonati

Sono stati infine ispezionati alcuni edifici abbandonati in Via Btg. Val Leogra ed in Via Torino. Segnalati dalla cittadinanza quale luoghi di ritrovo di individui senza fissa dimora. Individui talvolta presenti illegalmente sul nostro territorio nazionale, nonché utilizzati quali punto di riferimento per il compimento di attività illecite.

Presso uno stabile abbandonato in Via Torino, alla presenza dei proprietari si poteva constatare che ignoti avevano infranto la parte inferiore di una porta a vetri al primo piano dello stabile. Quindi, una volta all’interno veniva riscontrata la presenza di coperte, materassi, giacigli di fortuna ed immondizia varia lasciata dappertutto. Si chiedeva pertanto l’intervento dell’AMCPS allo scopo di far chiudere le due aperture che consentivano l’ingresso abusivo.

Monitorati altri punti della città

Sono stati altresì monitorati i Portici della Basilica Palladiana, quelli della Salita di Monte Berico e quelli di Palazzo Chiericati. In questo contesto sono stati individuati 2 pregiudicati senza alcun motivo per giustificare la loro presenza a Vicenza. Pertanto, il Questore ha emesso nei loro confronti altrettanti Fogli di Via Obbligatori con divieto di far ritorno a Vicenza per i prossimi 3 anni. Nell’occasione sono state altresì rilevate tracce evidenti dell’utilizzo di questi luoghi quali bivacchi di fortuna. Questo genere di controlli ha lo scopo di tenere monitorate queste aree. Monitorate al fine di evitare che si consolidino situazioni di criticità per l’Ordine e la Sicurezza pubblica.

Complessivamente, nel corso delle varie operazioni di Polizia – anche in occasione dei 5 Posti di Controllo effettuati lungo le arterie che conducono in Cittàeffettuate con l’impiego di oltre 35 uomini e donne appartenenti alla Questura, alla Polizia Ferroviaria ed alla Polizia Locale di Vicenza, con l’intervento del Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato – sono stati controllati 9 Esercizi Pubblici, 68 autoveicoli e 192 persone, di cui 83 stranieri e 49 con precedenti penali e/o di Polizia.

Al termine delle attività operative il Questore ha adottato i seguenti Provvedimenti:

9 Fogli di Via

nei confronti di altrettanti soggetti socialmente pericolosi e che, per di più, non hanno alcun legame con il territorio nel quale sono stati rintracciati, per questo sono stati diffidati a lasciarlo con obbligo di non farvi rientro per un periodo di tre anni;

4 Decreti di allontanamento dal Territorio Nazionale

nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari che, durante i controlli, sono risultato irregolari in Italia e con a proprio carico pregiudizi Penali e/o di Polizia. Immediati sono stati gli accertamenti esperiti da parte dell’Ufficio Immigrazione, a seguito dei quali il Questore ha emesso altrettanti Decreti di allontanamento, ordinando agli stranieri di lasciare il territorio entro 7 giorni; in caso non ottemperassero, costoro verranno denunciati alla Procura della Repubblica ed accompagnati coattivamente verso il Paese di origine;

5 Avvisi Orali

(Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle leggi antimafia) nei confronti di cittadini italiani e stranieri con precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura contro il patrimonio, contro la persona ovvero per spaccio di sostanze stupefacenti, i quali, a causa dei precedenti a loro carico denotano una spiccata pericolosità sociale.

“I controlli straordinari del territorio costituiscono uno strumento efficace e flessibile per orientare al meglio l’attività di prevenzione e repressione sul territorio, con l’intento di dare risposte in tempi brevi alle giuste esigenze di sicurezza della cittadinanza – ha evidenziato il Questore Sartori – Bisogna assolutamente evitare che contesti urbani con un elevato livello di convivenza civile quale quello di Vicenza diventino stabili punti d’interesse per criminali e pregiudicati.”.

Fonte: Questura di Vicenza – Ufficio Stampa

Comunicato del 17 Luglio 2023

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio