Camisano VicentinoCronaca

Camisano Vicentino, coltivava in casa marijuana: denunciato 43enne (VIDEO)

GDF Vicenza: coltivava in casa marijuana destinata allo spaccio. Denunciato un 43enne di Camisano Vicentino e sequestrate 14 piante di cannabis, 31 grammi di marijuana essiccata e vario materiale per la coltivazione ed il confezionamento

Nell’ambito dell’attività di monitoraggio investigativo, disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza, volta a prevenire la diffusione degli stupefacenti nelle scuole e negli altri luoghi di aggregazione giovanile, i finanzieri del locale Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno avviato una specifica attività di osservazione in alcune piazze e in prossimità di varie scuole site nella provincia vicentina. In particolare, i militari della Sezione Mobile hanno concentrato la propria attenzione su un 43enne di Camisano Vicentino con numerosi precedenti specifici, visto aggirarsi nelle zone limitrofe ad alcuni plessi scolastici e nei pressi di alcune note “piazze di spaccio” della zona sud-est della provincia.

Camisano Vicentino: la perquisizione presso l’abitazione

Alla luce delle preliminari risultanze info-investigative, nelle scorse ore i finanzieri hanno eseguito una perquisizione d’iniziativa presso l’abitazione del sospettato. Hanno così individuando una piantagione domestica di cannabis composta da 14 esemplari con numerose infiorescenze. Oltre a 31 grammi di marijuana in fase di essiccazione, n. 19 semi di cannabis autofiorenti “Fast Buds”. E per lo più anche n. 1 lampada per serra, n. 6 litri di sostanza chimica per coltivazione, n. 1 bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento.

Il sequestro e la pena

Sulla scorta delle evidenze probatori acquisite, lo stupefacente rinvenuto ed il materiale sono stati posti sotto sequestro, con la conseguente denuncia a piede libero del responsabile alla Procura della Repubblica di Vicenza per il reato di spaccio di stupefacenti previsto e punito dall’art. 73, comma 5, del D.P.R. 309/1990.

Si rappresenta che l’attività è stata eseguita di iniziativa da parte della polizia giudiziaria operante e che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza delle persone sottoposte ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna.

Il comunicato è diffuso a seguito di autorizzazione della competente A.G. ricorrendo motivi di pubblico interesse.

Comunicato del 23 maggio 2024

Fonte: Guardia di Finanza di Vicenza – Ufficio Stampa

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio