AsiagoCronaca

Asiago: due interventi sull’Altopiano dei Sette Comuni

Passate le 13 una squadra del Soccorso alpino di Asiago è stata inviata dalla Centrale del 118 nella zona di Malga Fassa.   Una cercatrice di funghi, che si trovava assieme al marito, si era sentita poco bene dopo essere stata punta da una vespa.

Raggiunta da una squadra a una cinquantina di metri dall’edificio, la donna, che inizialmente non destava preoccupazione. Poco dopo ha iniziato a peggiorare e i soccorritori, in contatto costante con la Centrale, la hanno caricata in barella e poi sulla jeep per andare incontro all’ambulanza in arrivo. Trasferita sul mezzo, è stata trasportata all’ospedale di Asiago per gli opportuni approfondimenti.

Subito dopo

è scattato l’allarme per un escursionista caduto a terra ai Castelloni di San Marco. Nelle vicinanze del posto è stato calato con il verricello il tecnico di elisoccorso dell’elicottero di Verona emergenza, che è sceso nel bosco e ha verificato le condizioni del 58enne di Padova, che aveva sbattuto il viso sui sassi. Issato a bordo, l’uomo è stato poi preso in carica dall’equipe medica, che gli ha prestato le prime cure per una ferita alla testa e un sospetto trauma al volto. L’eliambulanza lo ha quindi accompagnato all’ospedale di Vicenza.

Asiago (VI), 15 – 10 – 23

Michela Canova Addetta Stampa Soccorso Alpino e Speleologico Veneto
e-mail addetto.stampa@cnsas.veneto.it
sito www.cnsas.veneto.it

I compiti del CNSAS

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) è una Sezione nazionale del Club alpino italiano (CAI) dotata di ampia autonomia organizzativa, funzionale e patrimoniale anche ai sensi dell’art. 6, comma 6 del D.Lgs 29 ottobre 1999, n. 419.
Il CNSAS è incaricato di svolgere ed attuare un pubblico servizio ed un servizio di pubblica utilità, perseguendo finalità di solidarietà sociale con l’obiettivo primario

  • di garantire il soccorso sanitario,
  • il soccorso tecnico
  • le attività di protezione civile

così come espressamente previsto dalla vigente legislazione di riferimento.

Il CNSAS, direttamente o per tramite dei Servizi regionali e provinciali, attua quanto previsto nei punti precedenti attraverso l’ottemperanza a specifiche leggi regionali o provinciali, la stipula di specifiche convenzioni e protocolli con il Servizio sanitario nazionale, regionale o provinciale, con le strutture della Protezione civile nazionali, regionali o provinciali, con Enti pubblici e privati e con soggetti privati.

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio